Stress post vacanze: come affrontare al meglio il ritorno alla quotidianità

Gil ultimi giorni di vacanza, al mare o in montagna che siano, a volte vengono intaccati da picchi di ansia che ci rendono più irascibili del solito. Talvolta, anche se ancora non si è tornati alla routine lavorativa (con annesse battaglie quotidiane), già iniziamo a pianificare i nuovi propositi per l’inverno ormai alle porte. C’è poco da fare, la fine delle vacanze rappresenta sempre un evento traumatico; alcuni studiosi parlano proprio di sindrome da rientro, questa sarebbe la causa che ci rende psicologicamente instabili, irritabili, incapaci di concentrarci e fisicamente stanchi. In alcuni casi il ritorno in città può causare anche una forte sensazione di malessere, accompagnata da spossatezza e depressione.

In fondo chi di noi non ritarderebbe il rientro in ufficio, a scuola o all’università, per continuare ad oziare ancora un po’ sotto l’ombrellone o per continuare a dare quel tocco magico alle nostre giornate con tramonti mozzafiato, sport acquatici e aperitivi con vista?

stressLo stress post vacanze, dall’inglese post vacation blues, è un forte disagio di cui sembra soffrire almeno il 35% della popolazione. In cosa consiste veramente questa sindrome da rientro?

La sindrome da rientro, che generalmente è destinata a scomparire dopo una decina di giorni, si presenta con i sintomi più banali: ansia, insonnia, nervosismo e spossatezza; non mancano all’appello sbalzi d’umore repentini e irritabilità. Se vi sono dei rimedi per sconfiggere l’ansia da viaggio, di cui abbiamo già parlato (L’ansia da viaggio: quando partire diventa un incubo!), vi sono altrettante possibilità di digerire l’amara pillola del ritorno alla quotidianità.  Ecco una lista di alcuni consigli pratici per affrontare il ritorno dalle vacanze nel modo meno traumatico possibile e soprattutto senza fare affidamento esclusivamente alle ore che ci separano dal prossimo week end per sperare di stare meglio!

  • Prepararsi mentalmente in anticipo: tornando dalle vacanze non pensate al vostro “devo”, che sia quello di studiare o lavorare; cercate di prendere i vostri doveri più alla “leggera”, evitando così l’effetto ” panico da lavoro”. Concentratevi piuttosto sulle cose belle che volete fare durante l’anno e sulle persone che non vedete l’ora di rivedere. Cancellate dal vostro vocabolario il verbo dovere e sostituitelo con “non vedo l’ora di rifare o rivedere”.
  • Dormire bene: il sonno è il miglior rimedio contro il cattivo umore e lo stress. Aiutate il vostro sonno con un bel bagno caldo o una tisana prima di coricarvi e soprattutto evitate di utilizzare i vostri device in camera da letto; piuttosto leggete un libro per addormentarvi.
  • Abituarsi in modo graduale: qualche giorno prima del rientro dalle vacanze, per evitare un brusco impatto con la realtà, cercate di ristabilire l’equilibrio di sonno e alimentazione. Cercate di ritrovare gli orari di sempre in modo graduale, come ad esempio la sveglia, se potete  iniziate una settimana prima del rientro anticipando il suo sono di mezzora, quando arriverà il “grande giorno” il suo svegliarsi presto sarà meno traumatico.
  • Seguite un’alimentazione corretta: fate i pasti in orari regolari. Il vostro cervello ha bisogno di zuccheri, carboidrati semplici- come miele e frutta- con moderazione e complessi -pane, pasta e riso-. Iniziate la giornata con frutta secca e cereali integrali che vi aiuteranno ad avere energie nell’arco di tutta la mattinata; per aiutare il vostro umore è consigliata la Melatonina, in grado anche di regolare i tempi sonno-veglia. Bevete acqua ricca di sali minerali e evitate l’eccessivo consumo di caffè e assumete cibi come salmone, banane e mandorle.

    Questo slideshow richiede JavaScript.

  • Siate positivi: l’estate è finita? Natale si avvicina. Forse pensarci già a settembre è un po’ eccessivo, ma concentrarvi su una festività vi aiuterà a perdere di vista la causa della vostra angoscia momentanea. Se poi Natale, Pasqua, Carnevale vi sembrano troppo lontani, pianificate il vostro prossimo week end, vi aiuterà a distrarvi dal pensiero dei vostri doveri.
  • Concedetevi del tempo per voi stessi: anche se le vacanze sono finite nulla vi impedisce di fare qualcosa per voi. Concedetevi del tempo per fare qualcosa che vi piace come un aperitivo con un caro amico, leggere un bel libro o andare al cinema a vedere l’ultimo film in uscita. Concentratevi su voi stessi, su ciò che vi piace fare scacciando così la malinconia.
  • Movimento: nel vostro tempo libero cercate di stare il più possibile all’aria aperta facendo attività fisica. Questo vi aiuterà a ridurre lo stress e a riposare meglio. Il sole e lo sport sono ottimi alleati contro la sindrome da rientro e aiutano a regolare l’orologio biologico ai nuovi ritmi stagionali. Che sia una passeggiata con il cane, una corsetta, una pedalata o una bella nuotata poco importa, l’importante è muoversi. Durante l’attività fisica il nostro organismo rilascia le endorfine, sostanze chimiche che favoriscono il buon umore e aiutano a sconfiggere malessere, stress e debolezza.

blogger-image--1023737582Anche la natura può offrire dei rimedi utili contro lo stress da rientro. Tra i migliori rimedi naturali vi è Nux Vomica 30 CH, 5 granuli tutte le sere prima di andare a dormire, Dati Pc, che contiene 6 medicinali omeopatici tradizionalmente utilizzati per curare i sintomi della sindrome post-vacanze e non meno efficaci i Fiori di Bach, che con il loro potere ricostituente alleviano la stanchezza e riportano il buon umore.

Vai alla home page di LineaDiretta24 

Leggi altri articoli dello stesso autore 

Twitter @carodelau 

 

 

 

stress post vacanze

 

Vuoi commentare l'articolo?

Anna Carolina De Laurentiis

Nata a Roma, sotto il segno dei Pesci! Solare, determinata e tanto curiosa! Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali, amo viaggiare e scoprire il mondo! Redattrice presso LineaDiretta24, curo in particolare la sezione viaggi e tv!