Alovera Beach: la più grande spiaggia artificiale d’Europa

La più grande spiaggia artificiale d’Europa si chiama Alovera Beach, un’immensa distesa di sabbia bianca lunga 15.000 metri quadrati e che tra circa tre anni diverrà un sogno a pochi passi da Madrid, accessibile a tutti. Questa spiaggia urbana si trova a soli 50 minuti di distanza dalla capitale spagnola e il gruppo di costruzione Rayet, in collaborazione con Crystal Lagoons, ha stimato per la sua realizzazione un costo di 15,6 milioni di euro. 

La struttura, oltre alla spiaggia, si comporrà di aree per bambini, spazi dedicati agli sport acquatici e importanti servizi di ristorazione. Bisogna attendere ancora un po’ di tempo ma l’attesa sarà ricompensata. Intanto venite a scoprire con noi, più nel dettaglio, di cosa si tratta!

UN TUFFO NEL CORREDOR DEL HENARES

Pochi anni e il progetto, da poco approvato dal comune di Alovera, diventerà un sogno accessibile a tutti e si potrà fare il bagno tra le acque cristalline nel “Corredor del Henares”, tra la Capitale spagnola e Guadalajara, in quella che è considerata la più grande spiaggia artificiale d’Europa. L’ambizioso progetto del bacino di 25 metri quadrati, potrà ospitare fino ad un massimo di 250 000 persone l’anno, il costo del biglietto oscillerà tra i 10 e i 12 euro a persona. Il parco acquatico, che resterà aperto probabilmente tutto l’anno, includerà, oltre a bar, ristoranti, piscine per grandi e bambini, una scuola di vela e un parcheggio da mille posti auto. Questa laguna blu sarà un luogo perfetto per trascorrere piacevoli giornate di relax in compagnia della propria famiglia, tra giochi e divertimenti assicurati per tutte le età! Il progetto, pianificato su terreni pubblici, avrà una concessione amministrativa di circa 40 anni e prevede anche la costruzione di 4000 case nella zona, che dovrebbero essere adibite ad ospitare la popolazione del piccolo comune di Castiglia-la Mancia. 

Questo slideshow richiede JavaScript.

ALOVERA BEACH: UN PROGETTO ECOSOSTENIBILE

Félix Abánades, il presidente del Grupo Rayet, ha rassicurato circa le intenzioni di realizzare un progetto ecosostenibile e che quindi non avrà impatto negativo sulla sfera ambientale. Secondo quanto dichiarato alla Stampa spagnola, “l’acqua sarà costantemente rigenerata con una tecnologia innovativa green che consuma 30 volte meno di un campo da golf”. Inoltre il progetto, che si basa su attività ricreative, di restauro e sportive, dovrebbe ottenere tutti i permessi necessari per la sua realizzazione in quanto non si basa su casinò o giochi d’azzardo, andando così a conferire 370 posti di lavoro in più. Per rendere facilmente accessibile la laguna si vuole costruire un ponte per collegare facilmente Alovera Beach con la fermata di Cercanias, a cinque chilometri da terra. Un progetto davvero innovativo che regalerà emozioni a grandi e piccini!

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter @carodelau 

Vuoi commentare l'articolo?

Anna Carolina De Laurentiis

Nata a Roma, sotto il segno dei Pesci! Solare, determinata e tanto curiosa! Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali, amo viaggiare e scoprire il mondo! Redattrice presso LineaDiretta24, curo in particolare la sezione viaggi e tv!