Le pagelle della semifinale di X Factor: svelati i finalisti

Ormai ci siamo, manca solamente una puntata per scoprire il vincitore della decima edizione di X Factor. Da ieri sera tutte le carte sono finalmente sul tavolo e dopo aver ascoltato gli inediti dei 5 concorrenti rimasti in gara possiamo finalmente procedere con le nostre pagelle della semifinale di X Factor!

roshelle risultato

Roshelle che sbircia il risultato del tilt

CATTELAN: Ale Ale, passi la conduzione low profile, ma qui siamo così low che tra un po’ ti metteranno a vendere gratta e vinci e profumi sui voli di una nota compagnia low cost. Farsi sbirciare il risultato del televoto da Roshelle è la ciliegina sulla torta di un’edizione all’insegna degli insegnamenti del maestro Renè FerrettiALLA CAZ*O DE CANE – VOTO 0

ARISA: La notizia della serata è che Arisa è stata rapita. Rapita e rinchiusa chissà dove. Al suo posto hanno mandato, direttamente dal canale accanto (Sky Atlantic), uno dei cyborg di Westworld. L’Arisabot sorride, ti guarda  quasi come un umano vero e all’inizio, grazie alla straordinaria somiglianza, aveva ingannato anche noi. Bisogna però dire che il vocabolario è ancora da migliorare, visto che comprende si e no 20 parole, tra le quali annoveriamo: cuffie, bello, spaccato, piaciuto, bravo, Lexotan. Sono quasi sicuro che sia il primo test per sostituire gli umani con delle loro copie robotiche lobotomizzate. VOTO 1956 – INVASIONE DEGLI ULTRACORPI

MANUEL AGNELLI: Alcuni animali per difendersi da grandi predatori arrivano a fingersi morti per non farsi attaccare e questo è più o meno quello che sta cercando di fare il buon Agnelli da qualche puntata a questa parte. A suo agio nella X Factor arena come uno dei protagonisti di The Walking Dead lo sarebbe in mezzo ad un’orda di zombie affamati di carne umana e senza armi, cosi il nostro Manuel nella semifinale di X Factor prova a fingersi una decorazione dello studio. L’Arisabot non lo aiuta nemmeno a recuperare un briciolo di verve accanendosi su di lei e Manuel semplicemente scompare. CAMALEONTICO – VOTO 5

ALVARO SOLER: Alvaro è un altro robot, esattamente come l’Arisabot. Solo che Alvaro è una versione precedente, meno raffinata e ancor più incompleta. Parla poco e conosce appena tre vocaboli, per sua sfortuna nessuno nella nostra lingua (il traduttore è presente solo nelle versioni 3.0). Gli sviluppatori poi, si sono concentrati troppo sulla bellezza estetica e hanno tralasciato completamente l’empatia. Alvaro è più o meno un terminator mandato da skynet indietro nel tempo per frantumarci gli zebedei e impedirci di avere prole che potrebbe vincere una futura guerra tra noi e le macchine, altro che Svarzi ARMA LETALE – VOTO 3

Fedez-4FEDEZ: Tranquilli, Fedez non è un robot, anche perché un robot del genere sarebbe un bel fallimento per la robotica tutta e da tempo nel cestino del suo creatore. Ha fatto All-in su Roshelle e quando si è visto Gaia direttamente in finale al posto della sua pupilla a momenti si mette a piangere davanti a tutti. Riprende un pizzico di colorito solamente dopo il tilt, quando ormai tutti quanti nello studio lo avevano scambiato per il fantasma del natale passato. Stasera lo ha vestito direttamente la famosa fashion blogger con cui è fidanzato e di questo saranno grati praticamente tutti gli analisti d’Italia che hanno basato il loro core business sull’aiutare coloro che non capiscono il perché dell’esistenza dei fashion blogger. SBIANCATO – VOTO 5

GAIA: Gaia nella semifinale di X Factor l’hanno conciata come Celine Dion, bianca e angelica ma con una voce rock su un inedito banalotto ma orecchiabile. Nella seconda parte stupisce ancora per la sua enorme carica. Probabilmente tra tutti i cantanti in gara è la più solida, senza giri a vuoto, senza eccessivi alti o bassi, una specie di usato sicuro delle automobili. Sai esattamente cosa può darti e non ti delude, ma sempre usato è. In giro ci sono cose più nuove e scintillanti e lei finisce per pagare la sua poca modernità. USATO GARANTITO – VOTO 6

EVA: Con l’inedito non ci siamo proprio. Giuliano dei Negramaro le scrive un pezzo noiosetto che ci restituisce un’Eva in versione Nina Zilli. Peccato veramente, perché una Nina Zilli esiste già (e grazie al cielo, perché due sono troppe per questa parte di universo) e Eva torna a incantarci con la seconda canzone, molto più nelle sue corde. Una grande occasione persone e l’ennesimo talento infiocchettato e addobbato per il mausoleo di San Remo. SALVATE IL SOLDATO EVA – VOTO 5

soulsystemSOUL SYSTEM: Sono settimane che non faccio che ripetere che i Soul fanno tutto con lo stesso arrangiamento e che alla fine ogni canzone è identica a quella prima e lo sarà rispetto alla prossima. Però, c’è da dire, loro restano sempre molto orecchiabili e convincenti. Il loro pezzo nella semifinale di X Factor si fa ascoltare e probabilmente non starebbe male come colonna sonora di qualche gioco. Alla fine un loro posto nel mondo della musica lo troveranno, magari non in cima alla catena alimentare ma da qualche parte si. Prendono un voto netto in più per aver perculato l’Alvarobot in diretta mondiale ringraziandolo per aver creduto in loro, cosa che ovviamente nessuno aveva fatto e #ciaone ai Jarvis. RADIO LOS SANTOS – VOTO 8

ROSHELLE: Il pezzo di Roshelle è l’unico di tutto il lotto di inediti che profuma veramente di nuovo. Lei canta, rappa, ci mette il fisico e si fa vestire con il domopack e la stagnola che manco il carnevale dei poveri del 1983. Resta l’unica cantate di cui colpisce molto più l’inedito che la seconda performance, tutt’altro che perfetta e che infatti le costa il ballottaggio con il buon Biagioni. Resta epico, nel momento di sapere il risultato dello scontro finale, il suo sbirciare nettamente il risultato sulla busta in mano a Cattelan e poi fare “la vaga” con un sorrisetto stampato sulla faccia, tentando di darsi un contegno mentre vorrebbe esultare come Tardelli durante Italia Germania. FURBETTA – VOTO 7

Biagioni Roshelle

L’espressione di Rosh mentre cerca di non esultare

BIAGIONI: Andrea c’ha provato, di questo bisogna dargli atto. Non ha il carisma della pop star, non canta come una pop star e il suo inedito è lontano anni luce da quello di una pop star. Quindi la domanda,semmai, è cosa ci faccia a X Factor ma poi ti ricordi che in gara c’era gente come Caterina, come Fem o Loomy è francamente era impresa difficile non arrivare davanti a loro. Magari con il capello sciolto e la chitarra ha anche un suo ascendente sul pubblico femminile, ma poi, quelle carognine degli autori Sky ti piazzano li un Giò Sada e tutto l’ormone si sposta automaticamente sul vincitore dello scorso anno e ciao Biagioni. Non è colpa sua, è che proprio non ne aveva di più. Lo dimenticheremo (perché ricordarlo la vedo proprio difficile) come il più educato, carino e dolce concorrente di X Factor. La prossima volta magari mangiarsi un pipistrello crudo sul palco e ciao. NON È UN PAESE PER BRAVI RAGAZZI – VOTO 4

Appuntamento alla prossima settimana con la finalissima della decima edizione di X Factor nella quale finalmente scopriremo il nome del nuovo vincitore del talent di Sky!

Vai alla home page di Lineadiretta24.it

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @Mauro.Zini14

semifinale di x factor

semifinale di x factor

semifinale di X factor

Vuoi commentare l'articolo?

Mauro Zini

Coach di basket, aspirante giornalista sportivo, laureando in comunicazione pubblica e d'impresa, sarebbe fantastico saper fare almeno una di queste cose. Appassionato di libri, cinema e serie TV, praticamente un Nerd da quando non era di moda esserlo.