Serie B: blackout Carpi. Bologna verso la vetta

Il campionato cadetto non si ferma mai. Anche in questo sabato lo spettacolo e le reti straordinarie sono il vero marchio di fabbrica. La superpotenza Carpi continua a perdere colpi e riapre la competizione. Il Bologna macina punti gara dopo gara, ed ora inizia a vedere sempre più vicino il sogno della massima serie.

In questo freddo sabato di febbraio, va in scena una scoppiettante ed incredibile ventisettesima giornata del campionato cadetto. Il Carpi, che fino ad ora aveva mostrato non solo tantissima qualità, ma anche una mentalità vincente sembra aver scaricato le batteria. Ormai la situazione peggiora sempre più. Nelle ultime tre giornate gli uomini di Fabrizio Castori hanno trovato soltanto tre punti, che di fatto hanno riaperto la competizione. Il club del falco è stato fermato dall’Entella sul risultato di 0-0. gli emiliani erano rinomati per le tante reti siglate, invece ultimamente stanno cambiando tendenza. Questa squadra dei possibili record, si è trasformata in un gruppo tutt’altro che unito, il quale rischia e non poco di non trovare la tanto “facile” promozione.

La tenacia e sopratutto un organico molto più ampio alla fine paga. È la storia del Bologna, che dopo aver rinforzato il team a gennaio, si prepara a prendersi il primo posto nel torneo. A differenza del Carpi, i rossoblu ritornano alla vittoria contro il Cittadella e si avvicinano alla testa della classifica. I Felsinei hanno un grandissimo carattere che gli ha permesso già in più circostanze di ribaltare le gare. Ora i punti di distacco dalla prima posizione sono solo cinque e tutto può succedere.

Nel posticipo pomeridiano delle ore 18 la Virtus Lanciano poteva veramente approfittare dell’occasione e volare verso le zone alte della competizione. Invece, gli uomini di Roberto D’Aversa hanno disputato un grande match, ma alla fine sono stati demoliti dal Bari. Nonostante la sconfitta, i rossoneri si trovano ancora nell’ultima posizione per i Play Offs. Però da adesso in poi non possono commettere più errori, poiché il Perugia, corsaro a Brescia, si trova distanziato di solo una lunghezza.

Nella zona calda tutto può ancora succedere. Il miracolo Latina si è realizzato. Dopo un periodo a dir poco nero, il club del leone ha rialzato la testa e per ora ha conquistato la salvezza. I nerazzurri devono stare attenti, poiché i diretti avversari si trovano ad un passo. Invece, altra sconfitta per il Crotone. Gli squali perdono contro il Vicenza e si allontana sempre più dai Play Out. La squadra di Massimo Drago non solo subisce moltissime reti, in questa stagione sono già trentotto, ma non ha carattere e non riesce quasi mai a ribaltare il risultato per poter agguantare punti importanti.

Già lo dicevamo qualche settimana fa, ormai per la testa della classifica sono rimaste due squadre. Da una parte abbiamo il Carpi, grandissimo club che nelle ultime settimane fatica e non poco per trovare la vittoria. Dall’altra il Bologna, che dopo un inizio tragico ha acceso i motori ed ora sta volando verso la vetta della classifica. Si parla di due team completamente superiori a tutti gli altri: da inizio stagione i due attacchi hanno realizzato settantanove reti complessive (Carpi: quarantatre; Bologna: trentasei). Ma la vera forza è la caparbietà, anche nelle situazioni più difficili, in qualche modo, riescono sempre a cavarsela conquistando almeno un punto. Anche Livorno ed Avellino, che si affronteranno tra poco, non possono tener testa ai due veri e propri colossi della Serie B.

Risultati 27/a giornata:
Brescia – Perugia 1-2
Carpi – Entella 0-0
Cittadella – Bologna 0-1
Frosinone – Pro Vercelli 3-2
Spezia – Modena 3-2
Ternana – Latina 0-2
Trapani – Varese 0-0
Vicenza – Crotone 1-0
Bari – Lanciano 2-0
Livorno – Avellino (22/02/2015 alle ore 12.30)
Pescara – Catania (22/02/2015 alle ore 15.00)

Vuoi commentare l'articolo?

Daniele Giacinti