La Mole è bianconera, lo scudetto non ancora

Come tra Scilla e Cariddi. Nella trasferta a Palermo, l’Inter si è ritrovata improvvisamente tra i due mostri della mitologia greca. La leggenda narra che i marinai per attraversare lo stretto di Messina dovevano affrontare almeno uno di questi due esseri spaventosi, l’Inter ha dovuto fare i conti con entrambi. Da una parte Cariddi, che con i suoi vortici infernali ha fatto naufragare l’Inter, sotto i colpi di un Palermo ritrovato e che grazie a Sannino può credere nella salvezza, condannando gli uomini di Stramaccioni all’ennesima sconfitta. Dall’altra Scilla, per metà ninfa e per metà mostro, divoratrice di uomini, che colpisce i nerazzurri al cuore quando, dopo l’ennesima scorribanda sulla linea di fondo, capitan Zanetti cade a terra dopo un contrasto con Aronica, e rialzandosi chiede immediatamente il cambio. La diagnosi è una mazzata per tutti i tifosi, nerazzurri e non solo: tendine d’Achille rotto e carriera a rischio per colui che è, senza ombra di dubbio, una delle più grandi bandiere della storia del calcio. La speranza di tutti gli amanti del pallone è che Zanetti possa riuscire a tornare in campo per poter chiudere la sua splendida carriera nel migliore dei modi.

Intanto continua senza soluzione di continuità la corsa al terzo posto. Il Milan, nel posticipo di San Siro contro il Catania, vince 4-2 in rimonta, grazie soprattutto alla doppietta di Pazzini, piazzando così il contro-sorpasso sulla Fiorentina, che nel pomeriggio aveva espugnato senza troppe difficoltà il Marassi, infliggendo un pesante 3-0 alla Sampdoria. La Fiorentina però, forte di una grande consapevolezza nei propri mezzi, può legittimamente continuare a sognare la qualificazione ai preliminari di Champions League. Show della Roma che, dopo il deludente pareggio contro il Pescara, ripaga i suoi tifosi rifilando quattro reti ad un Siena apparso troppo svagato e rinunciatario per poter ambire alla salvezza.

La Juventus, dopo la vittoria nel derby della Mole contro il Torino per 2-0, vede lo scudetto ad un solo punto: i preparativi per i festeggiamenti sono ormai belli che fatti. Continua il declino della Lazio, che a Parma non va oltre il pareggio. Per i biancocelesti sono solamente due le vittorie nel girone di ritorno: per Lotito è pronta una maxi-contestazione in vista del match del 5 maggio contro il Bologna, viste anche le voci di un interesse dello sceicco Khalid Al Shoaibi per l’acquisizione della società. Il Genoa espugna il campo del Chievo grazie ad una rete di Borriello e può continuare a credere nella salvezza.

 

Vuoi commentare l'articolo?

Cristian Policella

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->