Champions League, Juve torna grande in Inghilterra

Notte da leoni nella serata di ieri. Dopo quasi quattro mesi tra calciomercato, preparazione pre campionato e le prime sfide delle competizioni nazionali, ritorna la Champions League. In questo primo martedì di coppa l’atmosfera è rovente e le emozioni non si fanno attendere.

Finalmente si torna a vedere la coppa più importante dell’interno continente europeo. Già le prime otto squadre, scese in campo per disputare il primo turno della Champions League, hanno regalato molto spettacolo e colpi di scena incredibile. Aspettando la Roma che questa sera dovrà affrontare il Barcellona di Messi e compagni, la Juventus seppur con molte difficoltà conquista in trasferta i primi tre punti di questa stagione. Il Manchester City disputa un’ottima gara meritando almeno il pareggio, ma i bianconeri, aiutati anche dalla buona sorte, trovano prima la rete di Mandzukic e poi di Morata per la vittoria finale.

Nonostante la fortuna in alcune circostanze, il club torinese finalmente ha ritrovato, seppur a sprazzi, il carattere di un tempo. Non era facile in trasferta, in uno degli stadi più importanti del mondo, passare in svantaggio con una autorete di Chiellini e ribaltare la gara. Questa vittoria darà una grande spinta sul piano del morale anche per il campionato di Serie A dove la Juventus è in fondo alla classifica con solo un punto conquistato in tre gare. Dopo mesi si è rivista anche quella mentalità vincente e la voglia degli undici giocatori in campo di andarsi a prendere i tre punti. Certamente è impossibile immaginare con questa squadra di ritornare in finale e magari vincere la competizione. Manca ancora il giocatore in più che salta l’uomo e fa vincere da solo le sfide. Anche i due neo acquisti Hernanes e Cuadrado hanno dato l’impressione di non poter sostituire i tre colossi della scorsa stagione.

Nelle altre sfide di Champions c’è solo un giocatore che con la sua infinita classe riesce a cambiare le sorti delle gare completamente da solo, il suo nome è Cristiano Ronaldo. L’incapace allenatore del Real Madrid, Rafel Benitez deve ringraziarlo, ogni volta che si propone una difficoltà è CR7 a risolvere i problemi. Anche nella sfida di ieri contro lo Shakhtar, sigla una tripletta che mette in cassaforte il risultato. Ormai l’intero Bernabeu non lo può neanche ammirare, lo rispetta troppo. Anche in questa stagione con le sue tante giocate, il portoghese si prepara a conquistare un altro pallone d’oro, e Leo Messi non può far altro che applaudire.

 

Risultati 1/a giornata:
Benfica – Astana 2-0
Galatasaray – Atl. Madrid 0-2
Man. City – Juventus 1-2
Paris SG – Malmo 2-0
PSV – Man. Utd 2-1
Real Madrid – Shakhtar 4-0
Siviglia – Monchengladbach 3-0
Wolfsburg – CSKA Mosca 1-0
Chelsea – M. Tel Aviv (16/09/2015 alle ore 20:45)
Din. Zagabria – Arsenal (16/09/2015 alle ore 20:45)
Dyn. Kiev – FC Porto (16/09/2015 alle ore 20:45)
Gent – Lione (16/09/2015 alle ore 20:45)
Leverkusen – BATE (16/09/2015 alle ore 20:45)
Olympiajos – Bayern (16/09/2015 alle ore 20:45)
Roma – Barcellona (16/09/2015 alle ore 20:45)
Valencia – Zenit Petersburg (16/09/2015 alle ore 20:45)

Vuoi commentare l'articolo?

Daniele Giacinti