Terrorismo: blitz a Torino. Arrestato militante Isis

Terrorismo: Blitz a Torino. Arrestato militante Isis

Perquisizioni da Milano a Napoli: agli arresti un 23enne italo-marocchino. Allarme jihad mai così alto in Italia.

Helmahdi Halili è stato arrestato questa mattina a Torino con l’accusa di “partecipazione all’associazione terroristica dello Stato Islamico”. Sono 13 le perquisizioni personali e domiciliari eseguite nei confronti di fondamentalisti islamici scattate a Milano, Napoli, Bergamo, Reggio Emilia e Modena. Le indagini, partite nel 2015 e condotte dal nucleo antiterrorismo della Procura di Torino, hanno portato gli inquirenti sulle tracce di una rete di indottrinamento fondamentalista sviluppata in Italia da nord a sud: cittadini di origine straniera ed italiani convertiti all’Islam svolgevano una campagna di radicalizzazione sul web. Già nel 2016 Helmahdi Halili aveva creato una piattaforma social dalla quale incitava i fondamentalisti europei a commettere stragi in nome dell’Isis.

Terrorismo – È lui, Helmahdi Halili, l’autore del primo testo in italiano di propaganda dell’Isis. Il giovane  era stato già condannato per istigazione a delinquere con finalità di terrorismo e aveva patteggiato la pena a due anni di reclusione. Dalle indagini è emerso che, da allora, aveva intensificato l’attività di proselitismo e radicalizzazione per la jihad: tra il materiale sequestrato dagli inquirenti i discorsi di altri fondamentalisti islamici protagonisti della campagna social del terrore ai quali Halili si ispirava, oltre alle rivendicazioni delle stragi di Parigi e Bruxelles e ai video con scene di guerra ed esecuzioni.

Poche ore prima del blitz le parole del Ministro degli Interni Marco Minniti: “mai l’allarme jihad è stato così alto nel nostro Paese”. E a poche ore da un altro arresto, avvenuto a Foggia, di un cittadino italiano di origine egiziana che insegnava ai bambini a “sgozzare i miscredenti”, è allerta terrorismo anche per il Parlamento Europeo, che mette in guardia l’Italia sugli “sbarchi fantasma”.

Vai alla home page

Leggi altri articoli dello stesso autore

Vuoi commentare l'articolo?

Ramona Bastiani

Io so di non sapere, diceva Socrate, ed è questo che mi spinge ad incamminarmi su sentieri inesplorati. Da sempre appassionata di classici greci e latini, mi laureo in...lettere, diranno i lettori...e invece no: giurisprudenza. Armata di pazienza e di coraggio, dritta verso l'ostacolo: il concorso in magistratura. Nel frattempo, pratica forense e tirocinio al Tribunale penale si sono presi il loro spazio. Mi piace esprimermi, in qualsiasi forma, se non esiste la invento. Parlando, ballando, facendo shopping, suonando la fisarmonica, interpretando norme di legge o scrivendo versi in rima, io devo dire la mia. Quale occasione migliore del giornalismo? Mentre mi godo le mie metamorfosi, non rinuncio alla pizza e alla zumba.