Terrorismo a Parigi, attacco alla polizia sugli Champs Elysées

Torna l’allarme terrorismo a Parigi, questa volta con un attacco alla polizia all’indomani delle elezioni legislative. L’allarme è scattato quando Adan Lofti Djaziri, trentunenne francese già noto alle forze dell’ordine in quanto considerato tra gli individui a rischio, si è schiantato volontariamente con la sua Renault Megane contro un furgone della Gendarmeria di pattuglia sugli Champs-Elysées. Dalle prime notizie che si hanno, sembra trattarsi dell’ennesimo caso “sfuggito” all’intelligence. L’uomo, seppur schedato per radicalizzazione, era infatti in possesso di un regolare porto d’armi e aveva ottenuto un permesso per avere tre armi da fuoco a uso sportivo fino al 2020.

A seguito dell’attacco, è scattata immediatamente la perquisizione nell’appartamento di Djaziri. A bordo del furgone delle forze dell’ordine, al momento dello schianto, c’erano 8 agenti rimasti tutti illesi. L’aggressore, estratto dal veicolo in fiamme, è morto dopo pochi minuti per le lesioni riportate. “Ancora una volta le forze di sicurezza in Francia vengono colpite con questo tentativo di attentato”: è stato il commento del ministro dell’Interno Gérard Collomb, intervenuto sul posto per solidarizzare con gli agenti.

L’atto è stato immediatamente riconosciuto come l’ennesimo episodio di terrorismo a Parigi e affidato alla procura antiterrorismo e alla DGSI, i servizi di sicurezza francesi. Secondo le stesse dichiarazioni del ministro dell’Interno, nell’auto erano presenti un certo numero di armi, precisamente un kalashnikov, delle pistole, una bombola di gas e dell’esplosivo, che sarebbero deflagrati dopo l’impatto incendiando il veicolo. Collomb ha ribadito la necessità di varare al più presto una nuova legge antiterrorismo già promessa dal nuovo presidente Emmanuel Macron. Già il 20 aprile scorso, pochi giorni prima del primo turno delle presidenziali, gli Champs-Elysées erano stati teatro di un altro attentato: l’autore, Karim Cheurfi, aveva ucciso un poliziotto a colpi d’arma da fuoco prima di essere abbattuto dagli agenti.

Vai alla home page di Lineadiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter autore: @JoelleVanDyne_

 

Vuoi commentare l'articolo?

Viola D'Elia

Nata 27 anni fa, ha vissuto a Roma, Istanbul e in India. Sempre pronta a fare le valigie, sogna di vedere ogni angolo di mondo. Oltre a coltivare ambizioni alla Jules Verne, i suoi interessi includono accumulare libri, la musica e il cinema. E’ capace di commuoversi ogni volta che rivede Hugo Cabret; ama scrivere e fare domande, ma non riceverne. Specialmente di lunedì mattina. Crede fermamente nella filosofia di Big Fish: «Tenuto in un piccolo vaso il pesce rosso rimarrà piccolo, in uno spazio maggiore esso raddoppia, triplica o quadruplica la sua grandezza».