Sesto Fiorentino, padre e figlio uccisi da un vicino

Una tragedia che ha dell’incredibile, soprattutto per i futili motivi che l’hanno scatenata: nella giornata di ieri un duplice omicidio si è consumato a Sesto Fiorentino, in provincia di Firenze, dove padre e figlio, Salvatore (66 anni) e Simone Andronico (31), sono stati ammazzati a colpi di pistola da un vicino, Fabrizio Barna di 53anni. Secondo quanto si apprende il duplice omicidio sarebbe avvenuto in una casa colonica in via dei Grilli dove padre e figlio stavano lavorando e a scatenare l’ira di Barna sarebbero stati proprio i rumori causati dai lavori di ristrutturazione della casa, adiacente alla sua abitazione. A scoprire i cadaveri di padre e figlio uccisi dal 53enne che deteneva regolarmente una pistola, è stata una vicina che ha udito gli spari e incuriosita si è andata verso il piccolo cantiere per vedere cosa fosse successo. Alla vista del tragico spettacolo la donna si è sentita male e, nell’immediatezza, ha accusato un malore anche la moglie e madre delle due vittime. Le due donne hanno fatto in tempo a dare l’allarme, poi sono state soccorse e portate in ospedale.

Dagli accertamenti finora svolti, si apprende da fonti dell’Arma che la situazione di tensione tra Barna e gli Andronico era in corso fin da quando erano iniziati i lavori di ristrutturazione della casa degli stessi Andronico, interventi edilizi cominciati nel gennaio 2018. Una conoscente della famiglia, anche in presenza di giornalisti e telecamere, aveva detto che le vittime avevano riferito alle autorità del posto di minacce subite dal vicino e circa un paio di mesi fa Salvatore Andronico e il figlio Siomone, si erano rivolti all’ufficio di «mediazione sociale» convenzionato con il Comune di Sesto Fiorentino per segnalare le tensioni di vicinato. In estate padre e figlio decisero di rivolgersi a questo particolare ufficio convenzionato col Comune di Sesto Fiorentino e gli operatori della «mediazione sociale»avrebbero agito inviando una lettera di invito a Barna per avviare un tentativo di conciliazione, a quanto pare fallito.

Torna alla HomePage di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

@vale_gallinari

Vuoi commentare l'articolo?

Valentina Gallinari

Nata in una città di mare, da quando vive a Roma si domanda se la presenza dei gabbiani in giro per il centro, sia l'inequivocabile presagio della fine del mondo...Laureata in storia dell'arte, ama la fotografia, le vecchie polaroid, il cinema e il mercato di Testaccio di sabato mattina. Aspirante giornalista, trascorre il suo tempo tra gatti e mostre fotografiche, ma soprattutto a sperare che questo sogno diventi realtà.