Ragazza scomparsa nel Milanese, un amico della coppia: “li ho lasciati soli in auto”

Ragazza scomparsa nel Milanese, un amico della coppia: “li ho lasciati soli in auto”

Parla il ragazzo notato da un testimone. Prima della scomparsa di Sara Luciani e Manuel Buzzini era con loro: ha raccontato di averli “lasciati soli in macchina”.

Parla il ragazzo che era sull’auto con Sara Luciani e Manuel Buzzini durante l’ultimo viaggio dei fidanzati. È stato notato da un testimone, che ha riferito ai carabinieri della presenza di un ragazzo nella macchina di Sara e Manuel, prima della scomparsa di lei, avvenuta venerdì, e del suicidio di lui. Le speranze di trovare Sara viva si affievoliscono. Nel canale Muzza è stato ritrovato il paraurti dell’automobile sulla quale la ragazza è stata vista per l’ultima volta insieme al fidanzato, trovato impiccato la mattina successiva. Sembra ora che una terza persona fosse in macchina con loro, un amico, che riferisce agli inquirenti di aver lasciato i due da soli.

Il testimone ha riferito ai carabinieri di aver visto salire Sara, 21 anni, su una Golf, guidata dal suo compagno Manuel, 31 anni. Il paraurti della vettura è stato ritrovato nel canale Muzza. Dal racconto è emersa la presenza di un’altra persona nell’automobile, poiché sembra che dal lato del passeggero anteriore sporgesse un braccio. Un amico della coppia è stato sentito dagli inquirenti, e sembra abbia confermato di essere stato insieme ai due ragazzi quella sera, spiegando che a un certo punto se ne sarebbe andato, lasciandoli da soli. Contrariamente a quanto detto finora sulla coppia, descritta come “fin troppo” affiatata, sembra che, nell’ultimo periodo, i rapporti tra i due giovani non fossero buoni. I due erano legati da un rapporto morboso, raccontano le persone ascoltate, tanto che avevano allentato i rapporti con l’esterno, riducendo progressivamente la vita sociale. Avevano abbandonato l’uso degli smartphone e limitato l’uso dei social network, ma negli ultimi tempi litigavano.

Stando alla ricostruzione effettuata dagli inquirenti, si tratterebbe di un omicidio-suicidio. Quel venerdì sera, Manuel sarebbe passato a prendere la compagna intorno alle 22, l’avrebbe uccisa spingendo poi la sua Golf nel Muzza, il canale artificiale che attraversa Milano, Cremona e Lodi. Sarebbe poi tornato a piedi. Una telecamera lo ha ripreso mentre, alle 4, scavalcava il cancello dell’abitazione della nonna, dove è stato trovato impiccato la mattina seguente, con gli abiti zuppi dalla cinta in giù e le scarpe piene di fango. Sembra che Manuel abbia un passato da tossicodipendente. Intanto, continuano le ricerche del corpo di Sara nel canale.

Vai alla home

Leggi altri articoli dello stesso autore

Vuoi commentare l'articolo?

Ramona Bastiani

Io so di non sapere, diceva Socrate, ed è questo che mi spinge ad incamminarmi su sentieri inesplorati. Da sempre appassionata di classici greci e latini, mi laureo in...lettere, diranno i lettori...e invece no: giurisprudenza. Armata di pazienza e di coraggio, dritta verso l'ostacolo: il concorso in magistratura. Nel frattempo, pratica forense e tirocinio al Tribunale penale si sono presi il loro spazio. Mi piace esprimermi, in qualsiasi forma, se non esiste la invento. Parlando, ballando, facendo shopping, suonando la fisarmonica, interpretando norme di legge o scrivendo versi in rima, io devo dire la mia. Quale occasione migliore del giornalismo? Mentre mi godo le mie metamorfosi, non rinuncio alla pizza e alla zumba.