Pisa, prova ad uccidere il figlio e si toglie la vita

Fortunatamente non è riuscito del tutto l’atroce piano di un uomo di 43 anni che sabato scorso ha tentato di uccidere se stesso e suo figlio di 8 anni con il gas. L’uomo è stato ritrovato senza vita ancora all’interno di un’auto noleggiata, mentre il bambino si è salvato riuscendo a scappare dal veicolo ormai saturo di gas. Il 43enne, separato dal 2012 e che in passato aveva già tentato il suicidio, sabato aveva preso il bambino all’uscita della scuola in provincia di Napoli, dove viveva con la madre a cui era stato affidato dopo la separazione. Dopodiché con il bimbo in macchina aveva vagato senza meta per tutto il giorno, fino a giungere in piazza XXV aprile a Montecatini Val Cecina, in provincia di Pisa, dove i due si sono fermati per riposarsi. È lì che l’uomo ha messo in atto il suo folle piano aprendo la bombola di gas che aveva portato con sé e mettere così fine alla sua vita e a quella del piccolo che non riusciva a vedere quanto desiderava. Ma il bambino, svegliato dal forte odore di gas, prima ha tentato di rianimare il padre, non riuscendoci è riuscito a scappare e a chiedere aiuto ad alcuni residenti della zona.

Ora il piccolo è ricoverato nell’ospedale di Pontedera dove è stato raggiunto dalla madre. Fortunatamente non è i pericolo di vita, ma è comprensibilmente ancora sotto choc. I carabinieri, oltre al corpo, hanno ritrovato nell’auto anche una lettera di quattro pagine in cui l’uomo spiegava le ragioni del gesto che avrebbe dovuto coinvolgere anche il bambino: non aveva accettato l’affido esclusivo alla madre dopo la separazione e dunque la mancata possibilità di vivere la quotidianità del piccolo. Un’insofferenza forse troppo sottovalutata che ha portato un padre a ritenere che non valesse più la pena di vivere e a trascinare colui a cui aveva dato la vita nel suo vortice di disperazione e sofferenza. A differenza da quanto  accaduto pochi giorni fa a Trento, dove un uomo ha ucciso a martellate i suoi piccoli di 2 e 4 anni, questa volta il bambino è riuscito a salvarsi dalla disperata follia omicida di suo padre.

Torna alla HomePage di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

@vale_gallinari

Vuoi commentare l'articolo?

Valentina Gallinari

Nata in una città di mare, da quando vive a Roma si domanda se la presenza dei gabbiani in giro per il centro, sia l'inequivocabile presagio della fine del mondo...Laureata in storia dell'arte, ama la fotografia, le vecchie polaroid, il cinema e il mercato di Testaccio di sabato mattina. Aspirante giornalista, trascorre il suo tempo tra gatti e mostre fotografiche, ma soprattutto a sperare che questo sogno diventi realtà.