News – Il semaforo spegne 100 candeline

Sono passati 100 anni dal giorno in cui a Cleveland, negli Stati Uniti, una squadra di operai della American Traffic Signal Company installava all’incrocio della Euclid Avenue con la 105ma strada un oggetto con quattro occhi per lato che si illuminavano alternativamente di rosso e di verde, accendendo le scritte “stop” e “move”. L’invenzione fu ad opera di James Hoge. Il primo semaforo era privo del giallo, che sarebbe arrivato nel 1920, quando William Potts, un poliziotto di Detroit, presentò il progetto di un semaforo a 3 colori da appendere al centro dell’incrocio. Oggi si parla di semaforo intelligente che si attiva secondo richiesta delle stesse automobili via wifi. Il Senseable City Lab del Mit, infatti, ha elaborato un programma che gestisce le richieste di accesso proveniente dai computer a bordo delle macchine, che fanno confluire i dati in un sistema di controllo che gestisce gli incroci.

 

Vuoi commentare l'articolo?

Claudia Pellegrini

Nasce a Sora nel lontano 1978. Cresce divorando libri di ogni genere e consumando penne su fogli di quaderno. Tra una storia e l’altra si diploma al Liceo Classico, e sceglie di lasciarsi alle spalle la Ciociaria ed i gatti per tentare la fortuna a Roma dove, nel corso degli anni, consegue prima una Laurea Magistrale in Lettere Moderne, e poi, più per noia ed abitudine che per amore dello studio, ritorna nei corridoi della Sapienza per conseguirne un’altra in Editoria e Scrittura. Lettrice seriale e maniacale (toglietele tutto ma non i suoi libri), “gattara” e pizzaiola, divoratrice di film horror e serie tv, nonostante sia ormai un reperto archeologico ancora non ha trovato la sua strada nel mondo. Forse è nascosta tra le pagine di un libro magari scritto proprio da lei.

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->