Modigliani falsi: la mostra a Genova chiude in anticipo

Chiusa a Genova la mostra sul maestro Modigliani. La procura sta indagando su ben 21 opere presenti all’esposizione di Palazzo Ducale ritenute false. Il procuratore aggiunto Paolo D’Ovidio e il pm Michele Stagno hanno nominato la Fondazione Palazzo Ducale custode giudiziale delle opere. Nel frattempo, Palazzo Ducale ha chiuso in anticipo la mostra di Modigliani. “A fronte degli accertamenti investigativi ancora in corso – si legge in una nota -, sceglie autonomamente per rispetto del pubblico e dei visitatori di anticipare di tre giorni la conclusione della mostra che pertanto da oggi non sarà più visitabile.”

modigliani

(S-D) Stefano Zuffi storico dell’arte e curatore della mostra, Rudy Chiappini. critico d’arte e curatore della mostra su Amedeo Modigliani, Massimo Vitta presidente mondo mostre Skira, Luca Borzani presidente di Palazzo Ducale, durante una conferenza stampa dopo la polemica sulla dubbia attribuzione a Modigliani di alcune opere, Genova, 5 giugno 2017. ANSA/LUCA ZENNARO

L’Ente museale ha inoltre tenuto a specificare che la mostra non era stata organizzata direttamente ma che aveva commissionato la realizzazione e la selezione delle opere ad una società di rilievo internazionale: la MondoMostre Skira. Non è la prima volta che proprio una mostra di Modigliani è vittima di falsi. L’episodio più eclatante è quello del 1984 quando, a cento anni dalla morte dell’artista, vennero rinvenute tre teste nel Fosso Reale di Livorno. La notizia eccita i livornesi e i curatori della mostra per il centenario. Anche rinomati critici e studiosi d’arte gridano al miracolo storico-artistico. Le teste vengono esposte in bella mostra Museo Progressivo d’Arte Contemporanea di Villa Maria, a Livorno. Le teste, però, erano del tutto false. Due erano falsi d’autore, realizzata da Angelo Foglia. La terza era invece stata realizzata da tre ragazzi, pochi giorni prima. Martello, scalpello e un trapano elettrico furono allora gli strumenti per realizzare uno degli scherzi meglio riusciti della storia. Il falso venne rivelato proprio dagli stessi autori che, consapevoli del piccolo misfatto, non volevano però che la loro ciofeca fosse scambiata davvero per un’opera di Modigliani.

Twitter: @g_gezzi

Vai alla Home page di Lineadiretta24.it

Leggi altri articoli dello stesso autore

 

Vuoi commentare l'articolo?

Giulio Gezzi

Laureato in Storia e memoria delle culture europee presso l'Università di Macerata. Da sempre interessato alla politica e alla storia contemporanea almeno tanto quanto alle serie tv, al cinema e al calcio. La ricerca dell'autonomia è quello che mi ha guidato fin'ora.