Lo spot di Fabrizio Corona

Il trash è ormai padrone degli schermi dei nostri televisori ma quello di cui veramente non sentivamo la mancanza era vedere lo spot di Fabrizio Corona per il suo dentista. L’ex paparazzo, condannato per estorsione, corruzione, detenzione d’arma da fuoco, detenzione di denaro falso, bancarotta fraudolenta e frode fiscale (oltre ai procedimenti ancora in corso di giudizio), è ora affidato ai servizi sociali dove deve scontare i rimanenti 5 anni di condanna. Si è recentemente confessato al settimanale Chi, dove ha parlato della sua detenzione, e al Maurizio Costanzo Show dove è stato ospite d’onore. L’esperienza in carcere lo ha provato, afferma Corona che rivela anche il particolare di aver perso i denti durante la detenzione.

spot di fabrizio coronaUn particolare interessante su cui si dovrebbe approfondire ma ci sentiamo liberi di evitarci tale fatica. Fatto sta che l’eroe dei truffatori di casa nostra, l’emblema dell’arroganza e il paladino degli estorsori ora non pubblicizza più la sua linea di mutande ma fa la pubblicità al dentista che gli ha rimesso a posto il sorriso beffardo. Lo spot di Fabrizio Corona che va dal dentista ma soffre di una terribile odontofobia sta facendo il giro del web. Attenzione però, non perché ci sia Corona che si fa mettere le mani in bocca ma semplicemente perché è lo spot più trash che si sia mai visto! Sembra un miscuglio tra le pubblicità da due soldi che si vedono nei cinema o nelle tv locali, un video porno di scarso valore e il peggior lavoro che Renè Ferretti potrebbe mai partorire!

Lo spot di Fabrizio Corona è per un noto centro odontoiatrico di Milano che avrà speso pure un sacco di soldi per realizzare il suo ambizioso progetto o magari non ha voluto niente per rifare la dentatura al re dei risvoltini. Non lo sapremo mai. Vi lascio al video, almeno vi fate due risate.

 

Twitter: @g_gezzi

Vai alla Home page di Lineadiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Vuoi commentare l'articolo?

Giulio Gezzi

Laureato in Storia e memoria delle culture europee presso l'Università di Macerata. Da sempre interessato alla politica e alla storia contemporanea almeno tanto quanto alle serie tv, al cinema e al calcio. La ricerca dell'autonomia è quello che mi ha guidato fin'ora.