Elezioni austriache: vince il verde Van der Bellen

Dopo una corsa all’ultimo volto, le elezioni austriache sono state vinte dal verde Alexander Van der Bellen. Il ballottaggio serrato lo vedeva contrapposto a Norbert Hofer, candidato del partito ultranazionalista e populista Fpö. I due sono stati alla pari fino all’ultimo minuto, solo il conteggio dei voti per corrispondenza ha fatto piegare l’ago della bilancia a favore di Van der Bellen. Il candidato dei verdi ha infatti vinto le elezioni con un risicatissimo 50,3%, circa 32 mila voti in più del suo avversario. “Da presidente mi metterò a servizio di tutti gli austriaci. Io e Hofer siamo semplicemente le due metà che assieme formano questo grande Paese” ha dichiarato il nuovo capo di Stato austriaco. Le elezioni sono state seguite con attenzione ed apprensione in tutta Europa: la possibilità di vedere per la prima volta un partito ultra nazionalistico al potere in un paese del blocco unitario era molto alta.

elezioni austriache van der ballenMolti sono stati i messaggi di congratulazione e di sollievo pervenuti a Van der Bellen dopo la sua vittoria delle elezioni austriache. “Sarò particolarmente lieto – scrive Mattarella a der Bellen – di poter collaborare con lei per il bene comune dei nostri due Paesi e del nostro Continente, certo che anche in futuro Italia e Austria continueranno a rappresentare un modello di progressiva integrazione nel segno del comune disegno europeo.” Anche il ministro degli esteri Gentiloni ha espresso sollievo e soddisfazione per la vittoria al photofinish di Van der Bellen “anche per i riflessi che questo avrà nelle relazioni bilaterali tra i nostri due Paesi.”

Resta il fatto che, politicamente, l’Austria ha dimostrato di essere divisa in due e che una porzione enorme del proprio elettorato è stata attratta dalle parole di Hofer che, oltre per le sue politiche anti-migratorie e per l’idea del muro al Brennero, ha riscontrato molto successo la sua idea di assumere la carica di presidente della Repubblica per forzare la grande coalizione di governo e non solo come carica di rappresentanza istituzionale.

elezioni autriache

vane der bellen e hofer in un confronto

Twitter:@g_gezzi

Vai alla Home page di Lineadiretta24.it

Leggi altri articoli dello stesso autore

Vuoi commentare l'articolo?

Giulio Gezzi

Laureato in Storia e memoria delle culture europee presso l'Università di Macerata. Da sempre interessato alla politica e alla storia contemporanea almeno tanto quanto alle serie tv, al cinema e al calcio. La ricerca dell'autonomia è quello che mi ha guidato fin'ora.