Caso Yara, Bossetti è stato incastrato

“Bossetti è stato incastrato”. La dichiarazione choc arriva nella puntata domenicale di Quarto Grado dedicata al caso di Yara Gambirasio e al suo omicidio. A riaprire il vaso di pandora è Giangavino Sulas, giornalista di Oggi, che racconta di aver parlato con un sacerdote che pare sappia molto di questo caso. Secondo le parole del giornalista, il sacerdote avrebbe ammesso l’innocenza di Bossetti.

In carcere, dopo il processo di primo grado per l’omicidio della piccola, Massimo Giuseppe Bossetti continua a proclamare la sua innocenza. Gli avvocati dell’operaio continuano a raccogliere prove e testimonianze per provare la sua innocenza. E questa nuova confessione, tenuta segreta dal giornalista di Oggi, potrebbe riaprire molti scenari. Infatti sempre secondo Sulas, i figliastri di Guerinoni sarebbero due, un uomo e una donna. Il giornalista spiega che ci sono stati anche dei controlli, che si conoscono anche le identità di queste persone ma che non entreranno mai a far parte del processo che vede Bossetti imputato con l’accusa di omicidio.

Segreti, intrighi e tanti (troppi?) punti di domanda. La realtà per adesso parla di una sentenza di primo grado basata sul riscontro del dna. Il resto, finchè non comprovato, è solo fantasia.

Vuoi commentare l'articolo?

Marco Juric

si avvicina al calcio giocato, e alla Roma, grazie alla chioma fluente di Giovanni Cervone. Non contento, pur rimanendo folgorato dalla prima autobiografia di Roy Keane, non si innamora del Manchester United, ma del Nottingham Forest. Dopo i primi trent’anni di osservazione partecipante, ha quindi deciso di passare gli altri trenta che gli rimangono a scriverne.