Bambino trovato morto in un canale

Bambino trovato morto in un canale alla periferia del paese nel corso della notte, dopo la scomparsa avvenuta ieri pomeriggio. Guidizzolo, provincia di Mantova, da subito erano state mobilitate le forze dell’ordine e circa duecento volontari coordinati dai carabinieri per rintracciare il piccolo Jashan Singh di sei anni, figlio di una coppia di indiani. Jashan è stato visto per l’ultima volta nel pomeriggio in centro, vicino alle scuole elementari del paese. Il bambino soffriva di una leggera forma di autismo e a scuola, dove frequentava la prima elementare, aveva un insegnante di sostegno. Inoltre, i servizi sociali del comune seguivano la famiglia di immigrati indiani. Ieri era stato affidato ai nonni, ma in un momento di distrazione aveva eluso la loro sorveglianza e fatto perdere le proprie tracce scomparendo nel nulla.

I famigliari avevano affermato che non era la prima volta che il bimbo si allontanava da casa, salvo poi esser ritrovato poco tempo dopo. Tuttavia questa volta l’epilogo è stato diverso. Ieri l’assenza del piccolo si era prolungata troppo e da subito c’erano timori per la sua sorte. La notizia della scomparsa del piccolo Jashan era stata diffusa anche dalla trasmissione televisiva Chi l’ha visto con la conseguente mobilitazione dell’intero paese. Le ricerche, cui hanno preso parte anche i vigili del fuoco, erano state estese nelle zone limitrofe e nelle campagne che circondano il paese costellate da numerosi fossati.

L’annuncio del ritrovamento è stato dato dal sindaco della cittadina. Sergio Desiderati, con un post su Facebook poco dopo l’1.30: “Con profondo dolore: il nostro piccolo amico non ce l’ha fatta. Poco fa i Vigili del Fuoco lo hanno ritrovato. Siamo vicini alla famiglia provata da questo dolore immenso “. Il sindaco ha ringraziato anche l’intera comunità di Guidizzolo che ha dimostrato una grandissima solidarietà con una mobilitazione generale. Il bambino trovato morto in un canale ha fatto pensare all’ipotesi più probabile che si sia avvicinato troppo all’argine, in un tratto nei pressi del paese, forse per giocare, o forse per cercare la strada di casa, e che sia scivolato. Il corpicino sarebbe poi stato trascinato via dalla corrente fino in mezzo alla campagna, già in territorio di Medole, dove ore dopo si è consumato il tragico epilogo.

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

 

 

 

Vuoi commentare l'articolo?

Letizia Del Pizzo

Mi chiamo Letizia Del Pizzo e sono nata a Roma nel 1991. Ho una laurea magistrale in Lettere Moderne e al momento frequento un master in Economia e Gestione dell'Arte e dei Beni Culturali presso la Business School di Roma de Il Sole 24Ore. Ho viaggiato molto, ma il mio sogno è contemplare il paesaggio silenzioso intorno alle rovine di Machu Picchu. Trascorro il mio tempo libero dedicandomi alla lettura, al cinema e alle serie tv. Adoro passeggiare con miei amici per la città e scoprire le continue iniziative culturali. Mi piacerebbe diventare una giornalista, una scrittrice o una critica cinematografica, perché sono convinta che le passioni acquistano valore quando vengono trasmesse.