Teatro greco di Siracusa: presentata la 54^ edizione

Nella sala Squarzina del Teatro Argentina è stata presentata qualche giorno fa la 54 stagione del Teatro greco di Siracusa, alla presenza del direttore artistico della rassegna, Roberto Andò, e del commissario straordinario della Fondazione Inda Pier Francesco Pinelli.

“Con la programmazione del 2018 miriamo a ripetere il successo dell’ultima stagione, un obiettivo culturale artistico ed organizzativo ambizioso e impegnativo, in particolare per il tentativo di ridefinire i paradigmi della rappresentazione contemporanea della commedia greca avviato con le Rane del 2017”. La sfida infatti sarà superare il record dello scorso anno, che ha visto la partecipazione di 140 mila spettatori, con un incremento del 17% rispetto al 2016. L’obiettivo, invece, è “divenire un’eccellenza riconosciuta a livello italiano ed europeo”. È per questo motivo che la scelta dei registi è stata compiuta in maniera trasversale, per cui il pluripremiato regista di origini greche, Yannis Kokkos, dirigerà Edipo a Colono nella traduzione di Federico Condello, in scena dal 10 maggio al 24 giugno. Occupatosi di teatro musicale, prosa e opera lirica, Kokkos è il primo regista straniero a calcare la scena del Teatro greco di Siracusa dopo il 2009, quando Krzystof Zanussi vi diresse la Medea. Negli stessi giorni ci sarà l’Eracle, tradotto da Giorgio Ieranò e diretto stavolta da uno dei fiori all’occhiello del teatro italiano, l’attrice e regista Emma Dante. Anche lei presente alla conferenza stampa, ha parlato di “un ‘Eracle’ tutto al femminile. Il personaggio di Eracle è sicuramente forte, potente, ma mi chiedo se esista la possibilità di raccontare anche il potere femminile, da cercare nella fragilità. Sarà un’indagine volta ad invertire i codici canonici del teatro greco”. Dal 29 giugno all’8 luglio invece sarà la volta della commedia di Aristofane, I cavalieri, affidata al grande Giampiero Solari, noto autore di teatro e programmi televisivi di grande successo, oltre che maestro di alcuni dei migliori comici del panorama nazionale.

“Nell’affidare alle mani sapienti di questi registi gli spettacoli del prossimo anno l’INDA offre al Teatro greco di Siracusa il ruolo nevralgico di laboratorio da cui rimodellare il linguaggio dei classici, tramandandone il patrimonio alle nuove generazioni e ad un pubblico sempre più contraddistinto dall’assenza di confini e di steccati”, ha sottolineato Andò.  A fare da collante fra le tre produzioni c’è il tema della “scena del potere”, di cui queste opere ci offrono un ritratto mostrandoci una molteplicità di sfumature, “dall’eroismo alla tirannide, sino alla loro parodia farsesca”.

Vai alla homepage di LineaDiretta24
Leggi altri articoli dello stesso autore
Twitter: @ludovicapal

Vuoi commentare l'articolo?

Ludovica Pallotta