Più della mia stessa vita: il caso letterario di Massimiliano Alessandrucci

Più della mia stessa vita è un romanzo edito Mondadori-ElectaYoung, un piccolo caso letterario che su Amazon ha conquistato più di 20.000 download, accaparrandosi il consenso della nota casa editrice. Più della mi stessa vita è un romanzo d’amore, una storia che parla di quelle molteplici forme d’amore che costellano la nostra vita, fin anche quelle meno convenzionali. Per voi, noi di LineaDiretta24.it abbiamo intervistato l’autore, Massimiliano Alessandrucci, che ci ha raccontato come questo romanzo è riuscito a diventare realtà ed entrare in libreria dal 31 maggio 2016.

Massimiliano, il tuo può definirsi come un micro – caso letterario (20.000 download su Amazon), come hai iniziato questa avventura?

Io scrivo da sempre racconti, per lo più chiusi nel cassetto, stavolta reduce da delle vacanze in Corsica mi è venuta in mente questa storia, conoscendo e affrontando dei discorsi con persone conosciute lì. Era lo scorso Agosto, ho iniziato quest’avventura e da lì ho deciso di scrivere questa storia, a Dicembre era pronto l’e-book e dall’8 Gennaio in poi quando l’ho pubblicato in self-publishing su Amazon, ho avuto un certo successo, Mondadori mi ha contattato dopo 5 settimane di leadership in classifica, così eccomi qua.

Più della mia stessa vita è un romanzo d’amore, la storia di Matt e Claire, cosa caratterizza i due personaggi?

I due personaggi non sono soli, ci sono i figli e tutto ciò che li circonda. Sicuramente, sono persone molto altruiste, dedite alla società e portano con sé grandi valori, tra cui il sacrificio. Come ho detto sono stato ispirato dal mio viaggio in Corsica ma tutta la storia si sviluppa a Livorno lungo la costa labronica e il Guatemala. Non ci sono vicende autobiografiche, se lo vuoi sapere. Io scrivo principalmente personaggi esperienziali, ogni personaggio è un mix di persone che hanno fatto parte della mia vita. Mi ha aiutato molto il mio lavoro, io faccio il consulente legale e spesso ho a che fare con coppie che acquistano la prima casa, così entrandoci in amicizia, questo mi ha aiutato a conoscere tanti profili. Tante persone così racchiuse nel mio romanzo e nei protagonisti.

Più della mia stessa vita

Massimiliano Alessandrucci

Cosa ci aspetta dalla versione inedita di Più della mia stessa vita, edita per Mondadori?

Ulteriori intrecci amorosi nonché ulteriori spunti di riflessione, si tocca anche il tema della droga e non solo.

C’è una frase, un passo del tuo libro che ti sta particolarmente a cuore?

Sì, quando una delle figlie adottive chiede al padre se seppur essendo adottata lei avesse dei tratti del volto simili a lui. Chiede, insomma, se lei nonostante tutto gli somigli. Questo è il passo che preferisco. Riguardo alla frase, sicuramente quella riportata anche nella quarta di copertina: “Amare è riuscire a cambiare, cambiare è riuscire ad amare”.

Raccontare l’amore è un rischio che ti sei assunto, se dovessi definirlo: cos’è per te l’amore?

L’amore per me è un lungo salto che richiede prontezza, sia quando ci si lancia che quando finalmente si atterra.

Perché consiglieresti Più della mia stessa vita?

Perché nonostante si tocchino temi importanti per la vita di tutti noi, spesso anche inflazionati; Più della mia stessa vita va oltre, affrontando i temi dell’amore, dell’amicizia, della famiglia in un testo scorrevole, facile, pret-à-pòrter, rendendoli semplici quasi più semplici di quello che sono davvero.

Più della mia stessa vita

 

Vai alla home page di LineaDiretta24.it

Leggi altri articoli dello stesso autore

@FedericaGubinelli

 

Vuoi commentare l'articolo?

Federica Gubinelli