Fiocco azzurro alla Garbatella: è nato Barnum

Il 25 settembre nel cuore del quartiere della Garbatella è nato il Barnum. Ad assistere alla nascita di questo piccolo teatro, attori, amici, giornalisti e addetti ai lavori che hanno partecipato all’evento con grande emozione ed entusiasmo. La presentazione si è aperta con la lettura di un testo, scritto dal direttore artistico Gabriele Mazzucco dal titolo La porta di Alice, un pensiero di buon auspicio per questa nuova avventura. Tra i presenti, è intervenuto sul palco il Direttore del Teatro dei Conciatori, Antonio Serrano, che riportando le parole di Paolo Ferrari “Appena si inaugura uno spazio teatrale piccolo o grande che sia, nasce un’altra casa per gli attori”, ha voluto incoraggiare positivamente l’iniziativa. A presentare la rassegna, Paolo Leone, grande appassionato di teatro e ufficio stampa del Barnum SeminTeatro e l’attore Andrea Alesio

. La stagione si aprirà ufficialmente il 2 ottobre con lo spettacolo Non me lo posso proprio perdere, con la regia di Gabriele Mazzucco. A novembre sarà la volta di M’iscrivo ai terroristi con Andrea Alesio, Teo Guarini, Chiara Fiorelli e Il tuono. Il lampo di Gianluca Pesolillo con gli attori della Compagnia Artisciò. L’11, il 12 e 13 dicembre andrà in scena L’importanza di non essere juventini, di e con Fulvio Maura ed Angelo Sateriale, mentre il 18 e il 19 sarà il turno di SAGGIARTI (con gli allievi della scuola di recitazione e scrittura).Il 5 e 6 febbraio salirà sul palco Alessandra Mortelliti con Famosa (Produzione Ass. Cult. 15 lune) con il patrocinio di MIT – Movimento Identità Transessuale. Finalista concorso letterario “Per voce sola 2010”. A seguire S’amavaNO, di e con Enrico Maria Falconi e Martina Mazza. Il 21, 27 e 28 dello stesso mese Sketch anarchici, scritto e diretto da Gabriele Mazzucco, con Andrea Alesio, Paola Raciti, Teo Guarini. Nel mese di Marzo La storia de Giulietto, de Marisa e della mano in chiesa, di e con Elisabetta Tulli e nello stesso mese Rapida People Collection. Il 15 e 16 aprile La storia di mezzo con Andrea Alesio, Federica Orrù, Teo Guarini, Paola Raciti, Chiara Fiorelli. Per concludere la stagione andrà in scena Di Robert Allen Zimmerman o di Bob Dylan (prosa e musica) con Augusto Acciari e Teo Guarini. Un calendario ricco di eventi che inaugura la prima stagione di un piccolo Teatro off.

 

Vuoi commentare l'articolo?

Arianna Arete Martorelli

Nasce a Roma lo stesso giorno di Francesco Facchinetti, che coincide casualmente con la data di morte di Leonardo da Vinci. Dopo il primo vero colloquio della sua vita, nell’ottobre 2013 diventa redattrice della sezione cultura e spettacolo per Lineadiretta24.it tra un articolo e un altro, nel tempo libero, si interessa di molte cose: cinema, teatro, fotografia, musica… concretamente gira, vede gente, si muove, conosce, fa cose. Dopo la laurea vorrebbe partire alla volta di New York per intervistare David Letterman. Spera di non dover mai scendere a compromessi meschini, odia bere l’acqua dalle tazze e i “no” a prescindere, crede fermamente che comunque, in fin dei conti, il destino ha sempre più fantasia di noi.