Gnam!, arriva a Roma il Festival europeo del cibo di strada

È di nuovo tempo di street food. Ancora una volta è giunta l’ora di dedicarsi al format tanto apprezzato dal pubblico che permette di sperimentare un pasto rapido, informale, cheap e, soprattutto, di qualità!
Ecco a voi Gnam!, il festival europeo del cibo di strada che, con il suo progetto, dal 6 al 9 ottobre, per la prima volta, conquisterà Roma. L’obiettivo? “Raccontare i cibi di strada con uno sguardo volto all’eccellenza, selezionando esclusivamente i prodotti migliori” così ci racconta una della Responsabili della Comunicazione dell’evento.

Street food, si sa, non è più solo sinonimo del caro e vecchio paninaro, ma fa riferimento anche a tutti quei ristoratori e marketing manager che, desiderosi di mettere al servizio del pubblico le loro competenze, scelgono di offrire ai clienti un prodotto di qualità ad un prezzo contenuto. Ed è proprio su queste ultime figure che sono puntati i riflettori del festival, come ci conferma la Responsabile della Comunicazione, che prosegue spiegandoci la vision del format:Gnam è un progetto internazionale: la nostra attenzione non è rivolta solo ai prodotti italiani ma anche a quelli stranieri, per permettere, soprattutto a chi non ha l’opportunità di viaggiare, di sperimentare i cibi tradizionali di tutto il mondo. Ecco perché tra gli espositori ci sarà chi preparerà tacos, asados, gyros de pita, burritos, paella e churros. Per il futuro c’è l’intenzione di spostarci anche all’estero e stiamo già prendendo accordi con alcune città europee”.

Gnam

Riscoprire le tradizioni non solo italiane ma di tutto il mondo è quindi lo spirito di Gnam! che, infatti, sembra aver già entusiasmato giovani e adulti, facendo registrare sull’evento Facebook circa 6 mila partecipanti e più di 28 mila utenti interessati.

Da giovedì 6 (dalle 18:00 a 00:00) a domenica 9 (dalle 11:00 a 00:00), Gnam presidierà via dell’Oceania al laghetto dell’Eur con circa 80 espositori, tra fissi, Apefood e food truck, a fargli da padroni. Un’intera via dedicata al cibo da strada con tutto il necessario per mangiare, talk food, incontri, degustazioni e musica. Lungo la strada anche un’area interamente dedicata ad Amatrice, concessa gratuitamente agli operatori delle aree terremotate, dove si preparerà pasta all’amatriciana, e il ricavato sarà interamente devoluto alle zone colpite.

Lungo il percorso tra le Regioni Italiane si potranno gustare le arancine siciliane, il panzerotto pugliese e  la bombetta della Valle d’Itria, gli arrosticini abruzzesi, , lo gnocco fritto emiliano, il pastin veneto, la pizza ligure, il lampredotto fiorentino, e non solo. Nell’area internazionale, invece, sarà possibile immergersi nelle tradizioni culinarie indiana, etiope, messicana, brasiliana, spagnola, greca, polacca, rumena, ungherese e francese.
All’appello, quindi, non manca proprio nessuno, presagio di un successo assicurato, soprattutto se si guarda ai numeri (oltre 200mila visitatori) delle precedenti edizioni tenutesi in Puglia e in Basilicata.

Golosi di tutta Roma e dintorni, come sempre, preparate la pancia, perché mai come questa volta dovrete essere pronti a fare gnam!

 

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @beatricegentili

 

Vuoi commentare l'articolo?

Beatrice Gentili

Spettatrice compulsiva di serie tv, dopo aver visto 8 puntate di fila, non capisce più quale sia la finzione e quale la realtà. A breve collega di Freud, ama follemente il cibo e la sua famiglia. La sua valvola di sfogo preferita è il clacson della macchina. I biscotti con l'uvetta che sembrano biscotti al cioccolato sono il motivo principale per cui ha problemi di fiducia.