Gli alimenti da evitare se sei incinta

Apprendere di essere incinta, è sicuramente uno dei momenti più emozionanti ed adrenalinici nella vita di una donna, sapere di avere una nuova vita dentro di sé è una sensazione unica, ma allo stesso tempo si amplificano le ansie e le responsabilià. Se poi ci si mettono anche parenti ed amici a dare consigli tra i più disparati, le cose si complicano. Tra i tanti interrogativi che ci si pone durante lo stato iinteressante, quello più comune è sicuramente legato all’alimentazione e ai cibi da poter mangiare o da evitare. “Devi mangiare quello che vuoi e il doppio che adesso siete in due”, è la classica frase che ci si sente dire, ma è un’affermazione decisamente sbagliata, molti cibi possono risultare dannosi sia al feto che alla futura mamma. In uno stato in cui i cambiamenti ormonali sono notevoli e si verificano mutamenti al sistema immunitario, si va incontro ad un alto fattore di rischio di subire fenomeni allergici, spesso derivanti proprio dall’aver mangiato cibi non consentiti in gravidanza.
Premessa fatta, andiamo adesso a capire quali sono questi famosi alimenti da tenere alla larga: abbiamo attinto a questi preziosi consigli su cosa non mangiare in gravidanza per poter avere un quadro preciso e corretto. Il web pullula di informazioni ma, purtroppo, non sempre riusciamo a discernere ciò che è giusto da quello che non lo è.
Iniziamo dai fritti, pieni di grassi e troppo calorici. Una frittura con olio non d’oliva, ad alta temperatura, è pericolosa per la acroleina, un composto tossico e cancerogeno che si può formare. È invece consigliata una cottura più leggera e più naturale o al vapore o al forno.
È il turno del sale, che va usato in dosi decisamente basse. Troppo sale infatti, può favorire la ritenzione idrica e aumentare la pressione sanguigna.
A seguire troviamo il Caffè, bisogna limitare assolutamente la caffeina e quindi cibi e bevande che la contengono (cioccolato, the, energy drink). Un eccesso di questa sostanza, potrebbe drasticamente diminuire l’assorbimento di elementi nutritivi che servono a fare crescere il feto (ferro, calcio e vitamina B2).
Veniamo alla frutta e alla verdura non lavate e sterilizzate accuratamente. Avete mai sentito parlare di toxoplasmosi? È una malattia parassitaria che se viene contratta in gravidanza può portare dei danni al nascituro. Per evitare che l’infezione venga contratta, basta cuocere bene i cibi e lavare e disinfettare attentamente frutta e verdura usando ad esempio amuchina o semplicemente bicarbonato.
Ci sono poi i latticini, da eliminare decisamente nella “dieta” della gravidanza, soprattutto se parliamo di formaggi con muffe come il classico gorgonzola o anche il brie e il camembert. Nel caso di formaggi come questi citati, se non conservati a dovere, possono portare alla creazione di batteri. Restando in tema latte e latticini, va sconsigliato il consumo di latte non soggetto a pastorizzazione che potrebbe essere anch’esso portatore di batteri dannosi.
Per finire, ci sono gli alcolici. È vietato bere qualsiasi tipo di bevanda alcolica. Si parla infatti di Sindrome alcolica fetale, ovvero di malformazioni al livello celebrale dovute proprio all’assunzione di alcolici durante una gravidanza.
Riassumendo, un consiglio per tutte voi, care mamme: leggete sempre attentamente le etichette dei prodotti, verificando che ci siano delle diciture appropriate come ” alimento sottoposto a sterilizzazione”, “alimento pastorizzato”, ” cibo sottoposto ad abbattimento della carica batterica a freddo”. Mangiare non dev’essere un incubo per voi, basta solo avere un po’ di pazienza e di attenzione.
Ultimissima raccomandazione, camminare tanto tanto all’aria aperta, bevete tanta acqua e cercate di stressarvi il meno possibile. Presto vi attenderà una magnifica avventura chiamata nuova vita.

Vuoi commentare l'articolo?

Redazione