Smartwatch: come scegliere il modello giusto

Smartwatch: come scegliere il modello giusto

Gli smartwatch sono ormai diventati un vero e proprio must per gli amanti della tecnologia e per coloro che desiderano sempre essere al passo con le ultime tendenze del momento. Questi orologi intelligenti infatti rendono la nostra vita ancora più smart, permettendoci di inviare e leggere mail, rispondere alle chiamate, controllare le nostre performance sportive, ascoltare musica e molto altro. L’unico requisito indispensabile per qualsiasi smartwatch è il collegamento con uno smartphone: se infatti non possediamo un telefono, l’orologio intelligente ci servirà a poco.

Le infinite potenzialità e funzionalità degli smartwatch rendono la scelta del modello davvero complicata, specialmente per coloro che non sono esperti in prodotti tecnologici. Certo, possiamo soffermarci ad analizzare le caratteristiche tecniche ma tra numeri e sigle rischiamo di capirci poco o nulla. Non possiamo nemmeno basarci esclusivamente sul prezzo, dando per scontato che un prodotto costoso sia per forza migliore: potrebbe infatti avere funzionalità avanzate di cui non abbiamo bisogno e finiremmo per spendere soldi inutilmente.

Smartwatch: le caratteristiche da valutare prima della scelta

Al giorno d’oggi sul mercato esistono smart-watch economici che non hanno nulla da invidiare ai modelli più costosi. Questo perché, come abbiamo detto, quelli di ultimissima generazione potrebbero avere funzioni che a noi non servono. Ciò fa lievitare il prezzo, ma non è detto che le prestazioni e la qualità dei componenti sia per forza inferiore se scegliamo un modello economico. Vediamo quali sono le caratteristiche da valutare e come interpretarle per scegliere lo smartwatch perfetto per le nostre esigenze.

Display e design

Il display è uno degli elementi più importanti dello smartwatch, anche se come vedremo tra poco non è certo l’unica caratteristica rilevante. Al giorno d’oggi possiamo dire che gli orologi intelligenti in commercio possono avere 3 tipologie differenti di display e tutte e 3 sono valide. Le differenze riguardano principalmente la visibilità sotto la luce del sole. Da questo punto di vista, la soluzione migliore sono gli smartwatch con display e-Paper che sono molto simili ai Kindle per quanto riguarda la visibilità. Anche sotto il sole diretto, lo schermo si vede al 100% e in più l’autonomia della batteria è molto più elevata che negli altri modelli.

Gli smartwatch con display OLED sono ottimi per chi desidera una risoluzione ed un rapporto di contrasto perfetti, ma costano di più e in presenza di luce diretta non sono proprio il massimo. L’LCD è una via di mezzo tra i due e offre comunque delle prestazioni molto buone.

Per quanto riguarda il design, ci sono modelli con il quadrante rotondo e modelli quadrati, sicuramente meno eleganti dal punto di vista estetico. Va però precisato che questi ultimi, anche se sono più belli da vedere, offrono uno spazio ridotto sul monitor.

Funzionalità

Le funzionalità possono cambiare moltissimo da un modello all’altro e questo è un aspetto fondamentale, quindi vale la pena controllare bene cosa ci può offrire lo smartwatch. Ci sono dispositivi dotati di contapassi, cardiofrequenzimetro e barometro indispensabili per gli sportivi. Alcuni smartwatch hanno anche un microfono integrato per effettuare chiamate senza tirare fuori il telefono dalla tasca, altri hanno addirittura uno slot per la sim, in modo da poterli utilizzare senza accoppiarli ad uno smartphone. In questo caso, tutto dipende dall’utilizzo che si fa di questi dispositivi.

Vuoi commentare l'articolo?

Redazione