Usa-Cuba: tra aperture e puzza di bruciato