Roma e Lazio, sogni di gloria

Quanta invidia. Invidia pura, soprattutto nei confronti dei tifosi inglesi, che avranno, come ogni anno, la fortuna di poter ammirare le prodezze calcistiche dei propri idoli anche e soprattutto durante il periodo natalizio. Cosa c’è di meglio del poter andare allo stadio senza alcun pensiero lavorativo, per la sola gioia di godersi novanta minuti di passione? Boh! A noi poveri calciofili dello stivale italico non è dato conoscere l’ebbrezza di questa gioia. Guai a toccare le vacanze dei giocatori. E, alla faccia di tutti i tifosi, anche l’ultima giornata di campionato del 2012 è stata anticipata al sabato, così, tanto per complicare ulteriormente le cose ad un pubblico ormai costretto a seguire le partite in qualsiasi giorno della settimana ed agli orari più disparati. Ma tant’è: l’incuranza del sistema calcio italiano di fronte alle esigenze dei tifosi è ormai storia, tanto vale mettersi l’anima in pace ed attendere con trepidante attesa il week-end dell’Epifania, che sancirà la ripresa del campionato.

Nell’ultima giornata del 2012, la copertina se la prendono le due squadre romane. I giallorossi si sono imposti nel big-match dell’Olimpico contro il Milan con un gargantuesco 4-2, che consente alla banda di Zeman di rimanere a contatto con il treno giusto per l’Europa. La Roma ha dimostrato ancora una volta di essere in una fase di grande crescita a livello tattico: Zeman, dopo una prima parte di stagione con molti bassi e pochi alti, ha rivisto il suo sistema di gioco, cercando di dare maggior equilibrio alla squadra soprattutto in fase difensiva. In più il tecnico boemo può contare su di un Totti in grande forma, e ieri in campo si è rivisto anche il vero De Rossi: la speranza per i tifosi della Roma è che le vacanze non intoppino un ingranaggio che stava finalmente iniziando a funzionare. Saranno sicuramente più contenti della sosta i tifosi della Lazio: i biancocelesti, dopo il 3-0 sull’Udinese, hanno mostrato un netto calo fisico, dovuto soprattutto all’assenza di ricambi importanti in ruoli chiave, ma questo non ha comunque inficiato le prestazioni della squadra. La vittoria in casa della Sampdoria, firmata da Hernanes, lancia i ragazzi di Petkovic al secondo posto in classifica: chapeau.

Alle spalle della Lazio c’è l’Inter, che inciampa in casa contro il Genoa, rovinandosi così le vacanze di Natale: le nove lunghezze di distacco dalla Juventus pesano come un macigno sulle ambizioni del tecnico Stramaccioni. Prova di carattere del Napoli, che dopo la doppia sconfitta contro il Bologna, supera a domicilio il Siena. Vince e convince anche la Fiorentina, che a Palermo vince 3-0 nel segno di Jovetic. Il Parma si aggiudica il derby contro il Bologna, mentre il Toro supera il Chievo. 1-1tra Atalanta ed Udinese.

Vuoi commentare l'articolo?

Cristian Policella

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->