Ottavi di Champions League: illusione Roma con Ünder, Montella ferma Mou

OTTAVI DI CHAMPIONS LEAGUE – Le trasferte della Roma in Champions League restano un tabù. Due vittorie nelle ultime sedici partite, che diventano diciassette con quella andata in scena nel gelo ucraino. Gli uomini di Di Francesco partono bene, ma si fanno raggiungere e alla fine cedono di misura. Montella ferma sullo 0-0 lo United di Mourinho, al quale un pareggio, alla fine, non dispiace. Nelle sfide del martedì invece, il Barcellona esce con un prezioso 1-1 dallo Stamford Bridge, nonostante un Willian in serata di grazia. Nessun problema per il Bayern Monaco che surclassa il Besiktas costretto a giocare in dieci uomini per quasi 80′ minuti di gioco. Ecco nel dettaglio le gare che completano il quadro di questi ottavi di Champions League.

OTTAVI DI CHAMPIONS LEAGUE: SHAKTAR DONETSK 2 – ROMA 1: Dura 52′ il sogno della Roma a Kharkiv. Nonostante i dieci gradi sotto lo zero, la partenza dei giallorossi è positiva. La squadra di Di Francesco riesce a restare corta in campo e Dzeko sbaglia un’occasione colossale nei primi minuti. La svolta del match arriva al minuto 41′. Il centravanti bosniaco trova un filtrante geniale per il folletto turco Ünder che mette a segno la sua quinta rete nelle ultime quattro partite. I giallorossi sembrano in completo controllo della gara, ma al 52esimo, su un innocuo rinvio dalla difesa, Florenzi, recuperato in extremis dopo un attacco influenzale, sbaglia completamente l’intervento, spalancando la strada del pari all’attaccante Ferreyra. La Roma sparisce dal campo e i fantasisti brasiliani del Donetsk si appropriano della partita. Alisson, migliore in campo per distacco, compie due miracoli, ma deve capitolare su una splendida punizione di Fred al minuto 71. In chiusura c’è ancora tempo per l’ennesimo miracolo di Alisson, aiutato da Bruno Peres, che fissa il punteggio sul un 2-1. Questo risultato lascia aperte delle possibilità in vista di un ritorno che non si prospetta facile per i capitolini.

OTTAVI DI CHAMPIONS LEAGUE Roma

Il gol di Under che aveva illuso la Roma

OTTAVI DI CHAMPIONS LEAGUE: SIVIGLIA 0 – MANCHESTER UNITED 0: Il Siviglia di Montella avrebbe meritato qualcosa in più dello 0-0 casalingo rimediato contro la corazzata di Mourinho. Lo Special One infatti, come gli capita spesso di fare in trasferta, pensa quasi unicamente a coprirsi, ben sapendo che all’Old Trafford la storia sarà diversa. Il Siviglia si muove con intelligenza e sfiora a più riprese il vantaggio: fermata solo dai miracoli di un ispiratissimo De Gea. Solo nel finale, con gli ingressi di Martial e Rashford, i Red Devils provano a cambiare l’inerzia del match, senza però trovare la via del gol. Gli inglesi sembrano i favoriti per il passaggio del turno, ma attenzione, un gol in trasferta potrebbe cambiare tutto.

OTTAVI DI CHAMPIONS LEAGUE: CHELSEA 1 – BARCELLONA 1: Il big match di Stamford Bridge, alla fine, regala più spettacolo che gol. Il Barcellona incassa il massimo risultato con il minimo sforzo ma deve ringraziare la dea bendata per essere uscito indenne da una gara dominata per lunghi tratta dai Blues di Antonio Conte. Il tecnico italiano decide di sacrificare del tutto il possesso palla (lasciato quasi per il 70% agli avversari) puntando su un tridente leggero e veloce nelle ripartenze. Il piano partita funziona, perché Willian sembra semplicemente inarrestabile. Prima colpisce due legni, poi, al terzo tentativo, supera Ter Stegen con un tiro a giro di rara precisione. Sembra il preludio ad una grande impresa, Invece Marcos Alonso commette un ingenuo errore in appoggio e la coppia Messi-Iniesta confeziona il gol dell’1-1. Il risultato va più che bene ai catalani che ora, per passare il turno, potranno disporre di due risultati su tre al Camp Nou.

Ottavi di Champions League - Chelsea Barcellona

Un momento della sfida tra Chelsea e Barcellona

OTTAVI DI CHAMPIONS LEAGUE: BAYERN MONACO 5 – BESIKTAS 0: Il Besiktas, squadra rivelazione della fase a gironi, non può nulla contro lo strapotere tecnico e fisico dei Campioni di Germania. Il cartellino rosso rimediato da Vida dopo solo 16′ compromette ogni speranza di gloria per i turchi, nonostante un primo tempo di grande sacrificio. Nella ripresa il Bayern affonda tutte le sue armi: prima Muller (43′), poi Coman (52′), ancora Muller (65′) e infine un doppio Lewandowski (78′ e 88′) siglano il 5-0 che vale il passaggio anticipato al prossimo turno di Champions League. Per il Besiktas resta il rimpianto di aver pescato, nell’urna, un’avversaria così forte nonostante il primo posto ottenuto nella prima fase della competizione.

Vai alla home page di Lineadiretta24.it

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @Mauro.Zini14

Vuoi commentare l'articolo?

Mauro Zini

Coach di basket, aspirante giornalista sportivo, laureando in comunicazione pubblica e d'impresa, sarebbe fantastico saper fare almeno una di queste cose. Appassionato di libri, cinema e serie TV, praticamente un Nerd da quando non era di moda esserlo.