Chiara Dello Iacovo, a Sanremo con “Introverso”

Chiara Dello Iacovo si esibirà con “Introverso”, e sarà una delle Nuove Proposte che vedremo al Festival di Sanremo 2016. Ecco il testo del suo brano.

“Introverso”

E’ tutto sterile ed asettico

Dentro a questo imballaggio plastico

Dove le bombole di ossigeno

Sono razionate più del merito

Non basta un bel discorso

Per ritenerti assolto

Non basta un documento per assumere un’identità

E’ tutto stabile e meccanico

Dentro a questo ingranaggio cosmico

Che lo ritrovo tra le costole

A controllare ogni mio battito

Non trovo un percorso

Che mi stia bene addosso

Ed in realtà io non lo so se ne ho davvero bisogno

Me l’hai messo in mente tu

Intro dentro verso giusto opposto

Ma quando ti ricapita di stare zitto

E smetterla di prendere opinioni in affitto

Introverso così mi riconosco in me

Senza doverlo dimostrare

Senza doverlo dimostrare a te

Sono rinchiusa dentro al cellophane

Con le mie valvole che scoppiano

E la pressione tesa al massimo

Comprime il mio pensiero critico

Non serve proprio a niente

Giocare sotto banco

Ma non sei ancora stanco

Di dover svendere la tua integrità

Intro dentro verso giusto opposto

Ma quando ti ricapita di stare zitto

E smetterla di prendere opinioni in affitto

Introverso così mi riconosco in me

Senza doverlo dimostrare

Senza doverlo dimostrare

Senza doverlo dimostrare

Introverso, non c’è giusto opposto

Ma quando ti ricapita di stare zitto e smetterla di prendere opinioni in affitto

Introverso così mi riconosco in me

Senza doverlo dimostrare a te

Ascolta il brano

 

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @Vale_Perucca

Vuoi commentare l'articolo?

Valentina Perucca

Valentina Perucca nasce a Roma nel 1982. Dopo aver conseguito la maturità classica si laurea in Lettere e Filosofia, all'Università La Sapienza di Roma. Appassionata di arte, letteratura, musica, viaggi. Specializzata in linguistica e glottodidattica, insegna italiano a tutti coloro che vogliono impararlo. Ama Catullo, Ovidio, Euripide, Sofocle, suoi migliori amici fin dalla più tenera età. Odia gli arrivisti, gli arrampicatori sociali e i cercatori d'oro.