Coppa Davis, palla in faccia all’arbitro: squalificato Shapovalov [VIDEO]

È bastato un attimo al tennista Denis Shapovalov. Uno scatto d’ira dopo un punto perso, la mente che per un momento si offusca e il gesto che è costato la squalifica. Accade tutto durante il match di Coppa Davis tra il Canada e la Gran Bretagna. Kyle Edmund conduce la partita 6-3 6-4 1-1. Sulla racchetta ha l’occasione per portarsi in vantaggio di un break anche nel terzo parziale. Denis Shapovalov serve per salvare il game. Con un rovescio lungo linea prova il colpo vincente, ma la palla finisce in corridoio, consegnando il game al britannico. In preda alla rabbia e allo sconforto per una partita ormai persa, il canadese tira fuori una pallina dalla tasca e la scaglia con rabbia verso l’alto: purtroppo per lui il bersaglio finisce per essere l’arbitro. Colpito in pieno volto, il giudice di sedia si contrae dal dolore.

Visibilmente scosso il canadese corre subito verso la sedia dell’arbitro conscio della gravità del gesto appena commesso. I minuti successivi passano nel silenzio di tutto il palazzetto. Fortunatamente l’arbitro non subisce alcun danno fisico, se non un evidente edema attorno all’occhiosinistro. La punizione per Shapovalov è però inevitabile. Squalifica immediata dal match e vittoria a tavolino per la Gran Bretagna. Un gesto casuale quanto grave, mai avvenuto su un campo da tennis, che il giovane canadese ricorderà per lungo tempo.

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Vuoi commentare l'articolo?

Marco Juric

si avvicina al calcio giocato, e alla Roma, grazie alla chioma fluente di Giovanni Cervone. Non contento, pur rimanendo folgorato dalla prima autobiografia di Roy Keane, non si innamora del Manchester United, ma del Nottingham Forest. Dopo i primi trent’anni di osservazione partecipante, ha quindi deciso di passare gli altri trenta che gli rimangono a scriverne.