Roberto Mancini è il nuovo tecnico della Nazionale

E’ ufficiale Roberto Mancini è il nuovo tecnico della Nazionale di calcio. La presentazione avverrà questa mattina alle ore 12 al centro tecnico federale di Coverciano. La notizia non giunge come un fulmine a ciel sereno dato che il nome del tecnico marchigiano era considerato (erroneamente) come l’unico veramente spendibile dato che Ancellotti, Allegri e Conte hanno manifestato la volontà di rimanere nei club. Mancini quest’anno in Russia non ha avuto una stagione trionfale e forse il quinto posto ottenuto nel campionato russo dal suo Zenit, con relativa esclusione dalla Champions lo hanno aiutato a scegliere l’avventura della nazionale.

Notevole la scelta fatta da nuovo CT della Nazionale sul piano dei principi: per allenare gli Azzurri Roberto Mancini rinuncerà ad un sacco di quattrini. Il contratto che lo legava allo Zenit era da 6 milioni a stagione mentre come dipendente della FIGC guadagnerà due milioni all’anno. Insomma ci tiene davvero ed al contrario di Ventura, che di grandi piazze non ne ha viste nemmeno in cartolina, ha fatto grandi rinunce per poter allenare gli Azzurri.

La settimana prossima il nuovo CT ed i calciatori si incontreranno per preparare le tre amichevoli pre Mondiali (qui dovrebbe scorrere qualche lacrimuccia). Il 28 maggio ci sarà il match contro l’Arabia Saudita che si terrà in campo neutro a San Gallo in Svizzera, poi gli Azzurri andranno a Nizza per l’amichevole contro la Francia del primo giugno e poi a Torino il 4 giugno incontreremo l’Olanda.

Insomma la sfida che il Mancho ha davanti a se è di quelle epocali, come epocale è la nostra mancata qualificazione ai Mondiali di Russia, accolta dall’intero mondo del calcio quasi con incredulità. Roberto Mancini ha un progetto nel quale è prevista la riesumazione di Mario Balotelli, che ben conosce, per affidargli il nuovo corso. Staremo a vedere…

Vai alla home page di LineaDiretta24

Vuoi commentare l'articolo?

Francesco Corrado