Robert Redford e Jane Fonda incantano Venezia

Robert Redford e Jane Fonda hanno deliziato la platea di giornalisti intervenuti alla conferenza stampa indetta in occasione della consegna del Leone d’Oro alla carriera che la Mostra del Cinema di Venezia ha conferito all’inossidabile coppia statunitense. Coppia esclusivamente cinematografica ma che, come si è visto durante l’incontro, è ancora affiatatissima anche nella vita, un’amicizia salda che dura da più di cinquant’anni. Tanto è passato dalla pellicola più nota che li ha visti recitare insieme in “A piedi nudi nel parco”, film tratto dall’omonima commedia teatrale di Neil Simon per la regia di Gene Saks che ebbe un grandissimo successo. Anche se il primo film che avevano girato insieme era dell’anno prima “La caccia”, film del 1966 per la regia di Arthur Penn che aveva come protagonista Marlon Brando.
Nell’occasione si è parlato anche del nuovo film che li vede protagonisti, il quarto insieme, che ha come titolo “Le nostre anime di notte”, prodotto da Netflix e che quindi non uscirà nelle sale ma solamente nella piattaforma a pagamento. La conferenza stampa è stata anche molto divertente ed a tratti commovente. Jane Fonda ha fatto un po’ la civettuola con Robert Redford che si è finto sorpreso dagli espliciti apprezzamenti della collega-amica. Momenti anche di commozione quando è stato consegnato loro il premio alla carriera da parte del Direttore della Mostra Baratta, sul volto della Fonda sono apparse lacrime sincere “E’ un grande onore questo riconoscimento insieme a Bob che stimo come attore, regista e uomo. E poi riceverlo qui a Venezia, dove sono stata l’ultima volta cinquant’anni fa, allora mai avrei immaginato di tornarci oggi, eppure nonostante il premio alla carriera io mi sento di aver appena cominciato“, ha dichiarato l’attrice. Anche Robert Redford ha ricordato i suoi trascorsi, molto lontani, in Italia “La carriera da attore mi è sempre sembrata come salire una montagna, ma quando si arriva in cima che si fa? Con Jane abbiamo sviluppato una totale armonia, un grande ritmo e sono felice di condividere con lei questo premio e di riceverlo qui in Italia. A 18 anni vi ho trascorso un periodo particolarmente importante per me, prima di diventare attore volevo essere artista e ho studiato all’Accademia di arte di Firenze. Un’esperienza che ha avuto un grande impatto su di me”.

 

robert redford

Robert Redford e Jane Fonda col Leone d’Oro alla carriera

La Fonda, elegantissima con un abito tutto lustrini e trasparenze, ha scherzato con Robert Redford sia sulla loro età, hanno oltre 160 anni in due, ed anche sui sentimenti che li legano l’uno all’altra. Parlando del loro ultimo film la Fonda ha detto, facendo un paragone tra i personaggi che interpretarono in “A piedi nudi nel parco” ed i due anziani innamorati dell’ultimo film “Quella coppia di giovani e questa di anziani innamorati hanno qualcosa in comune e baciare Robert a vent’anni è stato bello come a ottanta. Addie, come allora Corie, è quella che nella coppia ha coraggio, che spinge l’altro verso qualcosa di inesplorato. Il nostro film suggerisce che non è mai troppo tardi nella vita per l’amore se si è audaci e disposti a prendere dei rischi”. La Fonda ha poi scherzato sulle scene d’amore “A Robert non piace girarle, io ne avrei fatte tante, poi con l’età l’amore, anche quello del corpo, può migliorare, ci conosciamo meglio e sappiamo di più cosa abbiamo bisogno. E’ bello che i nostri protagonisti abbiano ancora voglia di fare l’amore. Robert bacia ancora benissimo” Notando l’imbarazzo di Redford ha continuato a stuzzicarlo affermando di avere avuto su di lui, l’attore è quindi trasalito chiedendole se le sembrasse il caso di dirglielo proprio in conferenza stampa di fronte a tutti divertendo molto la platea per questo siparietto piccante. Ovazione finale per l’inossidabile coppia. L’intera sala in piedi ha voluto tributare il giusto omaggio a due attori che sono entrati senza alcun dubbio nella storia della cinematografia  mondiale.

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

@MassimoSilla_

 

Vuoi commentare l'articolo?

Massimo Silla

Appassionato di lettura, scrittura, pittura, insomma di qualunque cosa non richieda uno sforzo fisico. Nostalgico e cialtrone ha intrapreso innumerevoli carriere,tra le quali il Babbo Natale, senza mai eccellere in nessuna