Pillola anti-hiv: finalmente acquistabile in farmacia

La pillola anti-hiv, o per meglio dire prep (profilassi pre-esposizione) “è già una realtà” in Italia ed è possibile acquistarla non solo online, ma anche in farmacia, dove è in commercio come generico al costo di 115 euro. Tuttavia il progetto per implementarla ancora è in attesa di essere approvato.

Proprio ieri è iniziata a Milano la sedicesima European Aids Conference promossa dall’Eacs (European Aids Clinical Society), in occasione della quale si è cercato di fare un po’ il punto della situazione: “in questo momento un progetto per l’accesso alla Prep in Italia, presentato prima dell’estate, è all’esame delle sezioni del Comitato tecnico sanitario del ministero che si occupano di lotta all’Aids. Non so se passerà mai, ma se venisse approvato introdurrebbe un modello basato su una forte sinergia tra clinici e associazioni, focalizzato su realtà territoriali come i centri community based, con gli ospedali come punto di riferimento per gli esami necessari al monitoraggio di alcuni parametri nelle persone che fanno la Prep. Città come Milano, Bologna, Roma sarebbero pronte a partire”. Queste le parole (riportate da AdnKronos) di Giulio Maria Corbelli vicepresidente di Plus Onlus (network di persone sieropositive), oltre che membro dell’European Aids Treatment Group, che da tempo lotta perchè venga ‘legalizzata’ la pillola anti-hiv in Italia.

Incredibili le disparità esistenti tra il nostro Paese e il resto dell’Europa, e per quanto riguarda la profilassi, e per quanto riguarda i trattamenti adottati per curare la malattia. E incredibile cosa si debba fare per ‘aggirare l’ostacolo’, per cui finora le ordinazioni venivano fatte online, seguendo le indicazioni presenti sul sito ‘I want Prep now‘. Oggi il generico (emtricitabina e tenofovir disoproxil) è acquistabile in farmacia, come spiega Corbelli: “gli infettivologi disponibili a prescriverlo ci sono. Da ottobre è disponibile quello della casa farmaceutica milanese Doc, ma ne è già in arrivo in questi giorni un altro”, precisando: “non sono stati inviati rifornimenti consistenti del farmaco, i grossisti non ce l’hanno, ma basta ordinarlo e si ottiene nel giro di 7-10 giorni”.

Vai alla homepage di LineaDiretta24
Leggi altri articoli dello stesso autore
Twitter: @ludovicapal

Vuoi commentare l'articolo?

Ludovica Pallotta