Roma, allarme all’Ospedale San Giovanni: “Uomo armato di fucile”

Panico all’Ospedale San Giovanni di Roma, un uomo armato di fucile sarebbe entrato nell’ospedale con quello che in un primo momento è sembrato un fucile. Sono immediatamente intervenuti, insieme all’antiterrorismo, polizia e carabinieri. Secondo indiscrezioni, l’uomo armato sarebbe un paziente tenuto in cura da uno psichiatra dell’ospedale.  L’uomo armato sarebbe il paziente di uno psichiatra dell’ospedale e a dare l’allarme sarebbe stato proprio il medico. L’uomo una volta scoperto sarebbe fuggito attraversando il reparto maternità, facendo perdere le proprie tracce. In tutta la zona è in corso una caccia all’uomo.

Sempre secondo le prime informazioni, l’uomo una volta scoperto, l’individuo sarebbe fuggito e avrebbe trovato la via di fuga attraversando il reparto di maternità  per poi dileguarsi nel nulla. Dalla dinamica e dalla ricostruzione dei fatti, con ogni probabilità si è trattato di un falso allarme, e  l’oggetto che ha destato preoccupazione mandando in allerta le forze dell’ordine, potrebbe non essere un fucile. Ipotesi avvalorata anche dal fatto che, al momento, nessun altro testimone oltre al medico, avrebbe notato l’uomo armato entrare in ospedale.

Ilde Coiro, direttore generale dell’Azienda ospedaliera S.Giovanni di Roma ha dichiarato che: “Alle 11 di questa mattina è arrivata una singola segnalazione da parte di un medico del reparto di psichiatria che ha affermato di aver visto un uomo armato aggirarsi all’interno dell’ospedale S.Giovanni. Per ora non è stato trovato, ma i Carabinieri e la Polizia stanno ancora perlustrando l’ospedale. L’ospedale non è stato chiuso ma abbiamo allertato i reparti, ora rafforzeremo i controlli della vigilanza privata ma credo che la Polizia basterà a prendere misure di sicurezza per prevenire eventuali altri casi”. per questa ragione è stata data l’allerta anche negli ospedali limitrofi al San Giovanni ed è iniziata la caccia all’uomo.

Nella Capitale la giornata era nuovamente iniziata con un falso allarme bomba nella metro A, che aveva portato alla chiusura temporanea del tratto tra Ottaviano e Battistini. Alla vigilia del Giubileo, aumentano esponenzialmente i falsi allarmi a Roma.

Vuoi commentare l'articolo?

Arianna Arete Martorelli

Nasce a Roma lo stesso giorno di Francesco Facchinetti, che coincide casualmente con la data di morte di Leonardo da Vinci. Dopo il primo vero colloquio della sua vita, nell’ottobre 2013 diventa redattrice della sezione cultura e spettacolo per Lineadiretta24.it tra un articolo e un altro, nel tempo libero, si interessa di molte cose: cinema, teatro, fotografia, musica… concretamente gira, vede gente, si muove, conosce, fa cose. Dopo la laurea vorrebbe partire alla volta di New York per intervistare David Letterman. Spera di non dover mai scendere a compromessi meschini, odia bere l’acqua dalle tazze e i “no” a prescindere, crede fermamente che comunque, in fin dei conti, il destino ha sempre più fantasia di noi.