News – Jeffrey Milarsky e la Juilliard School all’Alice Tully Hall

A condurre l’orchestra Jeffrey Milarsky, direttore artistico dell’AXIOM ensemble e membro di facoltà presso la stessa Juilliard; al violino Alex Shiozaki, già noto al pubblico della Carnegie Hall, mentre il Rondeaux di Liebermann è stato affidato alla voce del soprano Onadek Winan.

Oltre al brano del giovane compositore francese, si sono susseguite composizioni di Shen Yiwen (Reminiscence and Oblivion), Sayo Kosugi (Lilac Nova) e Ross S. Griffey (Overture to this side of Paradise), offrendo una perfetta rappresentazione della variegata compagine artistica di New York.

Nelle parole di Alexander Liebermann: «Rondeaux era in origine una pièce per soprano e pianoforte, ed anche uno dei miei primi lavori a New York. Così lontano dalla mia casa in Francia, di cui sentivo la mancanza, non poteva non avere attinenza con le mie origini. Per enfatizzare il contrasto tra New York e la piccola cittadina da cui provengo, ho deciso di utilizzare due poesie medievali francesi di Alain Chartier e Charles D’Orléans […] Uno degli obiettivi di questa composizione, e forse il più essenziale, è creare un tramite verso quel periodo e quel’atmosfera misteriosa».

Vuoi commentare l'articolo?

Claudia Pellicano

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->