News – Gabriel García Márquez: “Il giornalismo è il più bel mestiere del mondo”

Istitutore, nel 1994, della Fondazione per il Nuovo Giornalismo Iberoamericano, volta a promuovere la libertà di espressione e a formare nuovi giornalisti della regione iberoamericana, appunto, il “Gabo” iniziò la sua attività giornalistica negli anni ’50 e la influenzò come pochi. Dare importanza al dettaglio di eventi che non hanno nulla, apparentemente, di sensazionale: questo il presupposto da cui il fondatore del realismo magico, partiva. Morto nella sua casa di Città del Messico, nella quale Gabriel García Márquez viveva da tantissimo tempo, gli verrà reso omaggio, il prossimo lunedì, presso il Palazzo delle Belle Arti della capitale messicana.

Twitter @IlariaPetta

Vuoi commentare l'articolo?

Ilaria Francesca Petta

Più di là che di qua, nel senso metaforico...ma anche letterale. Classe 1986, nasco sotto il segno dei gemelli, di cui sono una chiara rappresentazione. Senza terra sotto ai piedi, con uno spiccato senso internazionalistico, credo che l'Italia sia un Bel Paese in declino, legato ancora a un glorioso passato. Laureata in lingue e traduzione, mi sono immersa in questa odissea, chiamata giornalismo, a 26 anni..forse tardi, ma assicuro che sto recuperando in pieno. Masterizzata in Comunicazione e Media nelle Relazioni Internazionali girovago come tirocinante, al momento nella Commissione europea a Roma.

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->