News – Costretti a doparsi per produrre di più

Quella dell’Agro Pontino è la seconda comunità più numerosa di indiani sikh in Italia, che arriva a contare, secondo stime della Cgil, 12mila persone. I fatti denunciati da In Migrazione, che ha intervistato più volte i diretti interessati, riguardano le 12, 15 ore giornaliere, senza giorni festivi, per cui gli indiani lavorano a quattro euro l’ora, subendo vessazioni e violenze di ogni tipo. E per resistere a questi ritmi estenuanti, svolgendo un lavoro, fisicamente altrettanto estenuante, i lavoratori sono costretti a doparsi con sostanze stupefacenti volte a inibire sensazioni di stanchezza.

Fonti: In Migrazione

Twitter @IlariaPetta

Vuoi commentare l'articolo?

Ilaria Francesca Petta

Più di là che di qua, nel senso metaforico...ma anche letterale. Classe 1986, nasco sotto il segno dei gemelli, di cui sono una chiara rappresentazione. Senza terra sotto ai piedi, con uno spiccato senso internazionalistico, credo che l'Italia sia un Bel Paese in declino, legato ancora a un glorioso passato. Laureata in lingue e traduzione, mi sono immersa in questa odissea, chiamata giornalismo, a 26 anni..forse tardi, ma assicuro che sto recuperando in pieno. Masterizzata in Comunicazione e Media nelle Relazioni Internazionali girovago come tirocinante, al momento nella Commissione europea a Roma.

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->