Natale di Roma a rischio caos, sciopero Atac

Quest’anno il Natale di Roma è all’insegna del caos. Infatti, nella giornata di giovedì 21 aprile 2016, nella capitale è stato indetto uno sciopero riguardante i mezzi pubblici, che interesserà esclusivamente la fascia oraria mattutina, dalle 8.30 alle 12.30. Lo sciopero Atac sarà di quattro ore soltanto, grazie all’interessamento del prefetto di Roma Franco Gabrielli, il quale ha cercato di limitarne la durata, e con essa anche il conseguente impatto sulla mobilità dei romani, un diritto che deve essere costituzionalmente garantito. All’inizio lo sciopero previsto avrebbe dovuto estendersi per tutto l’arco della giornata, ma per fortuna è stato limitato alla mattinata. Lo sciopero del Natale di Roma riguarderà gli autobus, i tram, i filobus, le linee della metropolitana A, B e C, le ferrovie Roma-Lido di Ostia, Stazione Termini-Centocelle, Roma-Viterbo. Nessun problema invece per quanto riguarda i bus di Roma Tpl, le linee Cotral e le tratte gestite dalle Ferrovie dello Stato. Uno sciopero indetto dai dipendenti Atac per vari motivi, tra i quali: i salari troppo bassi, lo stress dovuto al tipo di lavoro, le lamentele dei lavoratori Atac vittime di aggressioni sui mezzi pubblici. Sarebbero salite a 30 le aggressioni ai danni del personale dipendente Atac dall’inizio del 2016. Un dato allarmante, se si pensa che il numero di aggressioni ai danni degli autisti e dei macchinisti sta crescendo sempre di più. La protesta è stata indetta dai sindacati: Usb, Sul, Utl, Faisa-Confail, Orsa. Tra le cause scatenanti che avrebbero portato alla mobilitazione, l’accordo del 17 luglio 2015, che avrebbe peggiorato la qualità del lavoro e il salario dei dipendenti Atac, e reso la loro busta paga troppo variabile. L’Atac inoltre avrebbe rifiutato la concessione degli spazi aziendali in previsione di un referendum, che avrebbe permesso ai lavoratori di esprimere la propria approvazione o disapprovazione.

 

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @Vale_Perucca

Vuoi commentare l'articolo?

Valentina Perucca

Valentina Perucca nasce a Roma nel 1982. Dopo aver conseguito la maturità classica si laurea in Lettere e Filosofia, all'Università La Sapienza di Roma. Appassionata di arte, letteratura, musica, viaggi. Specializzata in linguistica e glottodidattica, insegna italiano a tutti coloro che vogliono impararlo. Ama Catullo, Ovidio, Euripide, Sofocle, suoi migliori amici fin dalla più tenera età. Odia gli arrivisti, gli arrampicatori sociali e i cercatori d'oro.