Abusarono e misero in vendita online il figlio: condannati

Le accuse sono di stupro, aggressione sessuale aggravata, induzione alla prostituzione e distribuzione di materiale pedopornografico. La vittima ora ha dieci anni.

c_2_articolo_3148512_upifoto1qUna vicenda agghiacciante che ha lasciato basita la Germania: marito e moglie che per oltre due anni avevano abusato del figlio di lei, arrivando perfino a venderlo online a pedofili, sono stati condannati a 12 anni di carcere.

Berrin Taha, 48 anni, e il suo compagno Christian Lais, 39 anni, sono stati condannati per stupro, aggressione sessuale aggravata, induzione alla prostituzione e distribuzione di materiale pedopornografico. L’indagine sulle violenze era partita da una segnalazione anonima nell’autunno del 2017. I due coniugi dovranno anche pagare 42.500 euro di danni al bimbo  e a un’altra vittima.

Lais ha chiesto alla corte di poter seguire una terapia durante la sua detenzione: l’uomo dovrà rimanere in custodia preventiva dopo aver scontato la sua pena.

Oltre alla coppia, quindi altre quattro persone sono state condannate nelle ultime settimane a pene da otto a dieci anni di prigione. Javier González Diaz, uno spagnolo di 33 anni, è stato condannato a 10 anni di detenzione per aver violentato il bambino diverse volte in cambio di più di 10mila euro pagati alla coppia.

Il difensore civico del governo tedesco per le violenze sessuali su minori, Joahnnes-Wilhelm Roerig, ha affermato che il caso ha messo a nudo una serie di errori di giudizio e carenze da parte delle autorità locali, statali e federali. “Occorre cambiare, lo dobbiamo a questo bambino” ha detto in riferimento alla necessità di migliorare la cooperazione tra servizi, personale e formazione.

c_2_fotogallery_3090222_14_imageRoerig ha redatto un rapporto ufficiale su ciò che non ha funzionato, compilato assieme a giudici e personale dell’ufficio dei minori, sarà presentato a settembre e includerà un elenco di raccomandazioni per la politica futura.

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter @carodelau 

Vuoi commentare l'articolo?

Anna Carolina De Laurentiis

Nata a Roma, sotto il segno dei Pesci! Solare, determinata e tanto curiosa! Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali, amo viaggiare e scoprire il mondo! Redattrice presso LineaDiretta24, curo in particolare la sezione viaggi e tv!