Beppe Grillo vs Nichi Vendola: no alle vite umane low cost

La questione spinosa dell’utero in affitto continua ad essere al centro di dibattiti politici. Dopo il sì del Senato al  maxiemendamento sostitutivo del testo sulle unioni civili e la polemica susseguita alla nascita di Tobia Antonio, figlio di Nichi Vendola e del compagno Eddy Testa, è ora Beppe Grillo a prendere posizione sulla “Stepchild adoption”, prima lasciando ai suoi colleghi attivisti piena “libertà di coscienza”, poi approfondendo meglio la questione in una lettera. Nello scritto, pubblicato il 2 marzo dal Corriere della Sera, si evince che, per il leader del Movimento 5 Stelle, c’è qualcosa “nel concetto di utero in affitto che mi spaventa e non ha nulla a che fare con l’omosessualità o l’eterosessualità, ma la logica del ‘lo facciamo perché è possibile’.

Sul caso Vendola, Grillo non ha risparmiato critiche, accusando il leader di SEL di adottare un atteggiamento lontano da “quello che sta succedendo dal mondo reale”, e premettendo che le questioni etiche “nel periodo del low cost possono assumere degli aspetti paradossali, al limite del ridicolo…scusate: del tragico”.

“ll fenomeno del low cost” – ha continuato il politico genovese –“avvicina molti esseri umani a stati transitori di benessere immaginario quando, nella migliore delle ipotesi, quelle stesse persone stanno facendo da tristi tappabuchi, nelle sempre più disperse, e tante, basse stagioni di ogni cosa: il prezzo dell’albergo di lusso, quello di una vacanza romantica, quello della felicità, e quello dei diritti rende le idee delle persone sempre più confuse!”.

Parole audaci e senza filtro, quelle di Beppe Grillo, che si dice preoccupato tanto per lo status sociale nel quale riversa il nostro Paese, quanto per la polemica sulla paternità di Vendola: “Scandalizzarsi perché qualcuno trova buffo Vendola ma non dice nulla, oppure dimentica apposta, quello che sta succedendo a chi si suicida per un debito mi spaventa. Insieme a quelle definizioni strane: utero in affitto, soldato, sacrificio, insostenibilità, abbandono…Tutti rinchiusi e allontanati dalla vista mentre si chiacchiera pensando soltanto se ci si è sbiancati a sufficienza i denti da mostrare nell’ennesimo talkshow”.

Per ulteriori sviluppi su questo tema, non resta che attendere la replica di Nichi Vendola, una risposta che, stando alle ultime dichiarazioni rilasciate durante la diretta di Matrix, potrebbe non tardare ad arrivare.

Vai alla home page di LineaDiretta 24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @VerBisconti

 

Vuoi commentare l'articolo?

Veronica Bisconti

Nata Roma nel 1987, è da sempre residente nella Capitale. Laureata in Conservazione dei Beni Culturali, è attratta da quadri e sculture come una mosca dal miele. Solare, sognatrice e perfezionista, è una grande appassionata di serie televisive italiane e americane. Ama il teatro, la moda e i viaggi.