Masterchef 2017, l’addio di Cracco e la vittoria di Valerio Braschi

Un milione 440 mila spettatori medi, una media di share superiore al 4,9% e 1.641.000 spettatori incollati allo schermo per la finale, questi sono i numeri con i quali ha chiuso i battenti Masterchef 2017. Il talent culinario nato nel 1990 sulla BBC ormai è diventato un cult televisivo, in Italia ha fatto il suo esordio nel 2011 su Cielo riscuotendo da subito un gran successo. Gli ingredienti segreti di Masterchef vanno sicuramente ricercati nell’esplosione che ha fatto negli ultimi anni la “cuocomania” e nelle pietre miliari del programma: i giudici. Questa sesta edizione del talent culinario si è conclusa con la vittoria del giovanissimo Valerio Braschi e con la dichiarazione choc di Carlo Cracco: “Non farò parte della giuria nella prossima stagione”.

Valerio Braschi: il giovanissimo vincitore di Masterchef 2017

masterchefIl titolo di Masterchef 2017 in questa sesta edizione è stato conteso nella finale tra, Cristina Nicolini, 25 anni, tirocinante avvocato di San Marino, Gloria Enrico, 24 anni, barista in provincia di Savona e Valerio Branschi, 18 anni, studente Romagnolo. Una finale giovanissima in cui è stato richiesto ai tre finalisti di preparare un piatto che descrivesse il loro percorso all’interno del programma, così Cristina ha realizzato un rombo con scaloppa di foie gras, Gloria una quaglia scomposta ripiena d’amore e Valerio un risotto con gamberi 2.0.

La prova viene vinta da Valerio, lasciandogli acquisire un enorme vantaggio per la successiva: l’ “Invention Test”, ovvero la realizzazione di piatti di alta cucina con gli scarti alimentari. Per la prima volta nella storia di MasterChef i giudici non hanno ritenuto opportuna l’esclusione di alcun concorrente, così, in maniera del tutto inaspettata, la finale è stata giocata in tre. La vittoria è stata portata a casa dal più giovane, Valerio, con il suo menù sofisticato che ricorda i sapori orientali.

Lo studente, nato a Cesena e residente a Santarcangelo, ha dimostrato che a volte l’età è solo un numero; Valerio infatti si è distinto durante tutto il suo percorso all’interno del programma per simpatia e talento. I suoi piatti sono risultati innovativi, talvolta azzardati come la tartare di manzo wagyu con riccio e farro o la spuma di plancton con sashimi di capasanta affumicata e crumble di fave di cacao, ma come si suol dire “il coraggio è la virtù dei forti” e ha premiato Valerio con 100mila euro in gettoni d’oro e la pubblicazione di un libro di ricette.

Carlo Cracco e la sua pausa da Masterchef

Per eccellenza il giudice “bello e dannato”, Carlo Cracco è diventato senza ombra di dubbio la chef-star d’eccellenza della televisione italiana, ma non solo; infatti ha avuto successo anche nelle librerie con alcuni best seller come “Se vuoi fare il figo usa lo scalogno“. Questa figura centrale di Masterchef sin dal 2011 ha annunciato il suo ritiro: “Purtroppo non potrò far parte della giuria nella prossima stagione di Masterchef. È una decisione che ho maturato nelle ultime settimane e mi dispiace molto, soprattutto perché lascio almeno temporaneamente una squadra straordinaria, molto affiatata, e un programma che mi ha regalato tante soddisfazioni e anche tante emozioni. Credo che, insieme a Joe, Bruno e Antonino – Bastianich, Barbieri, Cannavacciuolo, in questi anni siamo stati capaci di trasmettere a un pubblico sempre più numeroso e masterchefaffezionato la passione e la cultura per il cibo e la cucina, oltre all’impegno che un mestiere come il nostro richiede, ogni giorno“, questa la dichiarazione di Cracco all’ANSA.

Ma quello di Carlo Cracco non è un ritiro dalle scene televisive, il fascinoso giudice di Masterchef continuerà a far parte della squadra di Sky con Hell’s Kitchen. Tra gli impegni che lo terranno lontano dai riflettori c’è l’apertura di un nuovo ristorante, che dovrebbe essere inaugurato in autunno presso la Galleria a Milano. 1000 metri quadrati dove Cracco trasferirà il ristorante, rigorosamente stellato, che ha aperto 10 anni fa in via Victor Hugo, chiamato in prima battuta Cracco-Peck e in seguito Ristorante Cracco.

 

Vai alla homepage di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @amiraabdel13

 

masterchef 2017

Vuoi commentare l'articolo?

Amira Abdel Shahid Ahmed Ibrahim

Amira Abd El Shahid Ahmed Ibrahim è nata a Roma, nonostante il nome che sembra uscito da un documentario di Super Quark e il cognome così lungo da convincere il funzionario dell’anagrafe a cambiare mestiere il giorno in cui è venuta alla luce possano depistare circa il suo luogo di nascita. Nata sotto il segno dei pesci è una meticcia: metà del sangue che le scorre nelle vene è arabo. Condivide la sua dimora con due gatti grassi, predilige alla maggior parte delle persone i quadrupedi che non hanno il dono della parola, ma all’occorrenza si adatta a interagire con il genere umano. Dopo la cucina, arte nella quale si diletta spesso per rendere chi la circonda una persona più felice e formosa (perché grasso è bello o perlomeno simpatico) e l’arricciarsi i capelli Amira ha anche degli hobbies che implicano l’uso del suo quoziente intellettivo come: leggere e scrivere. Due funzioni di elementare apprendimento che lei svolge con grande passione. Collabora con il quotidiano on-line Lineadiretta24 nella sezione Gossip e Tv dal novembre 2013. Leggermente sindacalista dentro odia le ingiustizie che “affollano” il mondo. Conta di cambiare il mondo un giorno, o di conquistarlo.