La Signora in Giallo Channel ad aprile su FoxCrime +2

Jessica Fletcher, l’intramontabile Signora in Giallo, è senza dubbio uno degli investigatori più popolari del piccolo schermo (non ce ne vogliano Miss Marple, Don Matteo e Poirot!). Il pilot apparve sulla Cbs il 30 settembre 1984 rendendo la serie un vero e proprio fenomeno televisivo: negli Usa ben 23 milioni di spettatori si incollarono al televisore per non perdere neanche un episodio di “Murder, She wrote” (titolo originale). Jessica Fletcher negli anni ha fatto il giro del mondo passando dalla Russia alla Nuova Zelanda, dal Pakistan alle Filippine (seminando morte s’intende!) ed ha dato vita anche ad un merchandising di tutto rispetto che comprende due videogiochi nonché un popolare gioco da tavolo il cui scopo è trovare, ovviamente, un temibile assassino, rigorosamente scelto a caso ed in segreto, che tenta di fuggire dalla dimora di Jessica.

La Signora in Giallo, un successo senza età

la signora in gialloIl proverbiale fiuto della placida signora è ormai ben ancorato nella memoria collettiva di generazioni di spettatori e non ha alcuna intenzione di staccarsi dallo scoglio. Per anni ha invaso i palinsesti di tutti i principali gruppi televisivi italiani, a partire da Rai 1, la prima a portare lo show in prima serata. A partire dal 1988, gli episodi dai palinsesti Rai migrarono a Mediaset, fino a prendere residenza su Rete4 in tempi più recenti. A nulla è valsa la chiusura della serie (alla dodicesima stagione): le reti televisive italiane continuano imperterrite a programmare La Signora in Giallo al mattino o al pomeriggio (soprattutto in estate) perché, confessiamolo pure, Jessica Fletcher non stanca mai! E per questo motivo la mitica serie si è meritata un temporary channel su Sky, così come, generalmente, accade per quelle saghe più famose del cinema e della tv. Da sabato 1 aprile, infatti, il canale FoxCrime +2 (canale 143 di Sky) si è trasformato, solo per 1 mese, in “FoxCrime La Signora in Giallo“, proponendo tutti gli episodi delle dodici stagioni, tra i quali anche i due storici crossover: quello con “Magnum PI” (la serie “Magnum PI” iniziò a vacillare, e per questo la Cbs organizzò un crossover tra le due, ideando una puntata che cominciava sull’isola hawaiana di Oahu con il team di Tom Selleck in azione), e quello con “Provaci ancora Harry“.

La serie nel corso degli anni ha vantato un numero impressionante di guest star, tra vecchi e nuovi volti di hollywood, come un giovanissimo Joaquin Phoenix e George Clooney all’epoca alle prime armi, nonché tanti altri destinati a diventare delle star, come Michael C. Hall (il nostro beneamato Dexter che doveva pur imparare da qualche parte come ci si sbarazza di un cadavere!), Neil Patrick Harris (How I met your mother), Julianna Margulies (E.R. e The good wife), Megan Mullally (Will&Grace), Cynthia Nixon (Sex and the City), e Bryan Cranston (il mitico Walter White di Breaking Bad).

Angela Lansbury alias Jessica Fletcher

la signora in gialloLo straordinario successo della serie è legato soprattutto alla sua incredibilmente carismatica attrice protagonista, la quale ottenne la parte in seguito al dantesco “gran rifiuto” di Doris Day. Angela Lansbury veniva da una lunga carriera fra i palcoscenici di Broadway ed il grande cinema, e prima di firmare il contratto pretese chiare delucidazioni sul “tono” della serie, insistendo sul fatto che non dovessero esserci scene di sangue o immagini di violenza gratuita, cosa che ha reso ancora più bufala quella stramba voce secondo la quale l’amabile vecchietta sarebbe stata in procinto di unirsi al cast di Game of Thrones per seminare morte nella settima stagione! La Signora in Giallo, grazie a quell’abile mix di stramberia, eccentricità e sottile ironia ha dunque raggiunto un successo di pubblico mondiale davvero invidiabile in una serie tv, anche se, durante la settima stagione, ci fu un calo di ascolti che portò Angela Lansbury a diventare produttore esecutivo, rinnovando il team e, cosa più importante, spostando il set a New York, cosa che fece decollare di nuovo l’auditel americano.

Angela Lansbury nel corso degli anni ha vinto 4 Golden Globe, ed è stata nominata agli Emmy 12 volte, senza però mai vincere; tuttavia ha ricevuto un Oscar alla carriera, altri 2 Golden Globe e 5 Tony Award e, per finire in bellezza, un riconoscimento davvero unico: il titolo di Dame Commander of the Most Excellent Order of the British Empire, conferitole dalla Regina Elisabetta in persona.

Cabot Cove, un posto poco raccomandabile

la signora in gialloCome è arcinoto ormai a tutti, La Signora in Giallo racconta le gesta di una amabile insegnante in pensione, vedova nonchè scrittrice di successo, che vive in quel di Cabot Cove, un apparente innocuo paesino sulle coste del Maine che possiede un inquietante tasso di criminalità elevato all’ennesima potenza. Le innumerevoli morti misteriose che decimano letteralmente la popolazione, che fortunatamente per la serie, sembra rigenerarsi velocemente producendo sempre altre probabili vittime, vengono scandagliate dall’arguta signora che, sempre in prima linea sulla scena del delitto, collabora con detective e sceriffi, riuscendo puntualmente ad inchiodare l’assassino.

Negli anni si è ironizzato molto su Cabot Cove, covo indiscusso di assassini, tanto da portare il New York Times, qualche anno fa, a fare una curiosa inchiesta sulla cittadina: i giornalisti americani calcolarono l’incidenza di omicidi sulla piccola comunità, riscontrando un inquietante livello di pericolosità del posto ben superiore al tristemente violento Honduras. Cabot Cove sarebbe dunque uno dei luoghi più malfamati al mondo! La leggenda narra che piuttosto che Cabot Cove, che comunque nel dubbio è sempre bene evitare, bisognerebbe temere l’allegra signora Fletcher, dato che al suo arrivo, in qualunque parte del globo ci si trovi, non si è mai al sicuro perché c’è sempre qualcuno che ci lascia le penne! Ma non sarà la Signora in Giallo a portare male? Scaramanzie a parte, la povera Angela Lansbury è da sempre la protagonista di una delle più popolari bufale del web che annuncia, rigorosamente a mesi alterni, la fake news della sua morte, news puntualmente smentita ogni volta dalla ormai 92enne che si vede costretta a rassicurare i fan sulla sua salute di ferro.

Dopo 12 anni di messe in onda e ben 264 puntate rallegrate da altrettanti cadaveri, la Signora in Giallo torna in grande stile, in barba all’ipotesi di un reboot dai toni contemporanei, reboot che la stessa Jessica Fletcher ha definito “un errore”, reboot che a noi sembra inutile dato che abbiamo a disposizione il vero ed inimitabile originale, quello che sfida il tempo, i gusti, e gli spettatori di ogni età rimbalzando imperterrito da una rete all’altra e lasciandosi alle spalle una scia di cadaveri!

Vai alla home page di LineaDiretta24
Leggi altri articoli dello stesso autore
Twitter: @Claudia78P

Vuoi commentare l'articolo?

Claudia Pellegrini

Nasce a Sora nel lontano 1978. Cresce divorando libri di ogni genere e consumando penne su fogli di quaderno. Tra una storia e l’altra si diploma al Liceo Classico, e sceglie di lasciarsi alle spalle la Ciociaria ed i gatti per tentare la fortuna a Roma dove, nel corso degli anni, consegue prima una Laurea Magistrale in Lettere Moderne, e poi, più per noia ed abitudine che per amore dello studio, ritorna nei corridoi della Sapienza per conseguirne un’altra in Editoria e Scrittura. Lettrice seriale e maniacale (toglietele tutto ma non i suoi libri), “gattara” e pizzaiola, divoratrice di film horror e serie tv, nonostante sia ormai un reperto archeologico ancora non ha trovato la sua strada nel mondo. Forse è nascosta tra le pagine di un libro magari scritto proprio da lei.