Giusy Versace, da campionessa a conduttrice

Per alcuni è un modello da seguire, per altri un personaggio televisivo da ammirare, ma Giusy Versace è molto di più e sceglie, ancora una volta, di mettersi in gioco. Classe 1977, calabrese dalla testa ai piedi, la vita di questa atleta non è sempre stata in discesa: dopo il terribile incidente automobilistico del 2005 che l’ha portata alla perdita delle gambe, la Versace, con delle protesi in carbonio, è tornata a correre, dimostrando al pubblico che un handicap fisico non può e non deve compromettere la voglia di riscattarsi e di tornare a vincere.

Sarà per il suo illustre cognome (sua zia è Donatella Versace, celebre stilista e vice presidente dell’omonima Maison, fondata dal fratello Gianni), sarà perché una donna così innovativa e tenace non può che essere amata dai riflettori, fatto sta che la “tigre di Reggio Calabria” è passata con disinvoltura dai Campionati Italiani di Atletica Leggera alla vittoria a Ballando con le stelle e alla conduzione di programmi televisivi. Dopo il debutto con Alive – La forza della vita, uno show dalle mille sfumature e un vero e proprio inno alla speranza, è giunto il momento per l’atleta di tornare ad occuparsi della sua grande passione: lo sport. Insieme ad Alessandro Antinelli, dal 23 agosto alle ore 22:35 su Rai 2, la Versace riempirà gli schermi d’Italia conducendo La Domenica Sportiva. Un’ennesima sfida da raccogliere con professionalità e dedizione, un’occasione per la bella Giusy di dare nuova linfa a uno storico rotocalco televisivo e di mettere in luce le proprie capacità.

“Spero di non deludere nessuno. Accetto la sfida, sono consapevole delle eventuali critiche. Ho gambe in titanio forti che mi permetteranno di rialzarmi in caso di cadute”, ha precisato l’affascinante conduttrice, entusiasta del suo nuovo ruolo.

giusy versace

Giusy Versace con Marco Civoli, Carlo Paris, Alessandro Antinelli e Giovanni Trapattoni

Ma la Versace non è l’unica novità di quest’edizione: tra le fila degli opinionisti fissi figureranno ospiti e allenatori del calibro di Giovanni Trapattoni e Zdenek Zeman che accompagneranno, tra una battuta e l’altra, la serata dedicata agli eventi sportivi. “Vogliamo rimetterci al centro del palcoscenico dove è sempre stata la Ds” – ha dichiarato Antinelli in un’intervista a La Stampa – “Non saremo faziosi ma credibili. Con Giusy Versace abbiamo preso Cristiano Ronaldo, il top. Ci farà vincere la partita. Trapattoni spiegherà perché una squadra ha vinto o perso una partita mentre Zeman è un anticonformista nato, uno che divide e lo abbiamo scelto anche per questo”.

Tradizione e innovazione, originalità e professionalità: questi gli ingredienti che, a quanto pare, comporranno un format che mette al centro del dibattito non solo il calcio ma anche altre discipline sportive, trattate con maggiore attenzione anche in vista delle Olimpiadi di Rio.

In questo nuovo progetto di casa Rai, tra esperti del settore e commentatori d’eccezione, si colloca una figura carismatica come Giusy Versace, una professionista che, con la grazia e la determinazione che la contraddistinguono, continuerà a regalare emozioni al pubblico italiano e internazionale.

Twitter: @VerBisconti

Vuoi commentare l'articolo?

Veronica Bisconti

Nata Roma nel 1987, è da sempre residente nella Capitale. Laureata in Conservazione dei Beni Culturali, è attratta da quadri e sculture come una mosca dal miele. Solare, sognatrice e perfezionista, è una grande appassionata di serie televisive italiane e americane. Ama il teatro, la moda e i viaggi.