L’uomo dal fiore in bocca al Teatro Quirino, la bellezza della quotidiana banalità