F1, Abu Dhabi: la Ferrari in cerca di dignità