UEFA Nations League, le speranze azzurre di passare il turno

UEFA Nations League, le speranze azzurre di passare il turno

Saranno disputate nel mese di novembre le ultime gare della fase a gruppi della UEFA Nations League. La competizione, che ha fatto il suo esordio nel calendario internazionale lo scorso settembre, mette in palio oltre al simbolico titolo di campione anche quattro lasciapassare per la fase finale dei prossimi Europei di calcio, quelli previsti per il 2020 in dodici città del Vecchio Continente.

La nazionale azzurra, dopo aver trascorso forse la peggiore estate sportiva degli ultimi cinquanta anni, ha ancora la possibilità di aggiudicarsi il primo posto del proprio raggruppamento, il numero tre, volando così alle final four in programma a giugno del prossimo anno. Affinché ciò accada, tuttavia, non le sarà sufficiente raccogliere l’intera posta in palio nell’ultimo impegno del girone. Come ben sanno i principali bookmaker, è possibile dare uno sguardo alle quote nella sezione scommesse su questo sito, servirà anche un risultato a noi favorevole nel successivo match dei portoghesi.

UEFA Nations League 

Andrà in scena allo stadio Meazza di Milano lo scontro diretto contro i campioni d’Europa in carica.

Gli azzurri ci arriveranno con 4 punti in classifica, frutto del successo e del pareggio racimolati contro la Polonia. Due passetti più avanti, a quota 6, ecco invece i lusitani che nelle prime due uscite del neonato torneo hanno sempre vinto, contro di noi e contro Milik e compagni.

Le statistiche che emergono dagli scontri diretti fra Italia e Portogallo sembrano sorriderci ma… nascondono delle insidie da non sottovalutare.

In totale, dal 1925 in poi, rintracciamo 26 testa a testa fra le due rappresentative maggiori. Gli azzurri hanno trionfato per ben 18 volte, i rossoverdi in 6 occasioni, mentre i segni X, vale a dire le gare chiuse in parità, ammontano soltanto a 2 (nel 1967 e nel 1992). Anche il computo delle marcature ci vede largamente in vantaggio: 51-23.

UEFA Nations League

Eppure, come anticipato qualche riga sopra, nella gara d’andata disputata all’Estádio do Sport di Lisbona ad imporsi furono i padroni di casa col minimo scarto, 1-0. Non è tutto. Perché l’ultimo incrocio prima di quello valido per la UEFA Nations League, un’amichevole giocata nel 2015 a Ginevra, terminò con un altro successo per i portoghesi.

Almanacchi alla mano, mai prima di oggi l’Italia era rimasta a secco di vittorie per due gare contro il Portogallo.

L’ultimo successo è quindi quello colto nel 2008, sulla panchina sedeva ancora Roberto Donadoni, in un’amichevole disputata a Zurigo.

Chiudiamo aggiungendo un’altra curiosità storico-statistica.

Fino a oggi l’Italia ha disputato nel capoluogo lombardo 57 gare con uno score di 37 vittorie, 18 pareggi, 2 sole sconfitte (nel 1911 e nel 1925 contro l’Ungheria). Tuttavia negli ultimi 4 impegni c’è sempre uscito il segno X, fra cui quello pesante contro la Svezia nei play-off per Russia 2018.

Vai alla Home page

 

Vuoi commentare l'articolo?

Gianluca Gaeta

Il Direttore - Nasce come giornalista d'inchiesta, spaziando tra politica e cronaca. Dirige negli anni le testate giornalistiche ccsnews e parolibero infine approda a LineaDiretta24. Tra le sue attività, c'è quella di sindacalista. Viene eletto all'unanimità Segretario Nazionale dell' Associazione sindacale autonoma Giornalisti Italiani "Asagi". Esperto di sicurezza sul lavoro e di contrattazione sindacale. Si batte per la tutela dei lavoratori non solo in ambito giornalistico. L'inchiesta, il suo primo amore, non lo molla e non la molla mai.