Sport assurdi dal mondo. Perché non si vive di solo calcio

Sport assurdi che passione. Ci siamo visti gli Europei di calcio e le Olimpiadi, siamo impazziti per le finte di Cristiano Ronaldo e per i record di Phelps, ma ci sono sport che spesso (sempre) non assurgono agli onori delle cronache, sport sottovalutati forse. Ma bizzarri, originali e, diciamocelo, folli. Alle volte hanno tradizioni antichissime, cosa che ci evita di chiederci: ma come cavolo gli è venuto in mente a questi? Sport che non fanno diventare ricchi, che non danno la gloria in tutto il mondo, ma magari in qualche piccola cittadina se sei campione di quello sport sei meglio di Bolt. Alle volte qualcuno di questi sport poi un suo breve ed effimero successo ce l’ha, qualcuno divenne perfino specialità olimpica, ma per una sola edizione.

sport assurdi

Energumeni alla scacchiera

Ad esempio riuscite a immaginare qualcosa di più lontano tra il pugilato e gli scacchi? Uno sport di muscoli e un gioco di concentrazione. Sì ma esiste il campionato mondiale di Chess boxing. E come funziona? Si fa un round, ci si danno mazzate, al suono del gong si gioca a scacchi, per 20 minuti. Questo sport è abbastanza recente, fu immaginato in una graphic novel finlandese e poi messo in pratica. E puoi anche darmi un gancio destro al mento, ma se resto in piedi e poi ti catturo il cavallo non sei nessuno.

Ci sono sport assurdi che a loro modo uniscono le famiglie. Ad esempio la corsa con la moglie in spalla va fortissimo nei paesi britannici. E nella solita Finlandia dove gli sport assurdi vanno alla grande. Vince chi arriva per primo al traguardo. Facile. Solo che bisogna farlo con la propria moglie, e in questo sono severissimi,sport assurdi le fidanzate non valgono, figuriamoci le amanti, sulla spalla, tipo sacco di patate. E questo la famiglia la unisce, perché quando tua moglie a cena mangerà due carote e un sedano perché sta a dieta, non penserai che è fissata, che non si gode la vita. No, penserai che sarà leggera come un fringuello e quest’anno gliela farai vedere tu a quegli altri buzzurri e alle loro mogli sovrappeso. In Svizzera e Inghilterra invece va forte il cheese rolling: la corsa col formaggio. Si corre in discesa, sull’erba, inseguendo una forma di formaggio che rotola. Sulle origini c’è un certo dibattito. Chi lo attribuisce ai gallesi, chi agli antichi romani, chi addirittura afferma che era un gioco usato nei riti pagani. E un gran pubblico segue queste strampalate gare. Nei paesi nordici invece va fortissimo il dito di ferro. Come il braccio di ferro ma usando un solo dito. E c’è anche la versione con le dita dei piedi. E anche, ovviamente, la sezione femminile con relativa campionessa, che solitamente non ha proprio il piedino di Cenerentola.

sport assurdi

Kabbadi. L’attaccante se la vede brutta

Poi ci son sport che a sentirli spiegati resti basito. Però hanno avuto un inspiegabile successo. Il kabaddi ad esempio. Non lo conoscete? Ma come, è stata disciplina olimpica alle Olimpiadi del 1936 a Berlino. Tra tutti gli sport assurdi è quello che ha le regole più sconcertanti. Ci sono due squadre che si fronteggiano: una forma una sorta di muro umano che deve essere rotto dall’altra squadra, che per raggiungere il nobile scopo deve inviare un giocatore alla volta che correrà da solo contro il muro avversario e se toccherà uno del muro, o se il muro si apre, guadagnerà punti. Ha anche una terza opzione. Può sfidare un avversario singolo a wrestling. Vi sembra già abbastanza assurdo? Non sapete la regola più strana. Il giocatore che andrà contro il muro avversario non può respirare. Deve farlo in apnea. Ma perché? Kabaddi, tradotto, significa proprio “trattenere il respiro”. Del resto alle Olimpiadi un tempo c’è stato anche il tiro al piccione, coi piccioni vivi! Erano tempi in cui la sensibilità animalista era parecchio scarsa. E io che la prima volta che ho visto il curling con i tipi con le scopette pensavo d’aver visto il più assurdo di tutti gli sport assurdi.

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Vuoi commentare l'articolo?

Massimo Silla

Appassionato di lettura, scrittura, pittura, insomma di qualunque cosa non richieda uno sforzo fisico. Nostalgico e cialtrone ha intrapreso innumerevoli carriere,tra le quali il Babbo Natale, senza mai eccellere in nessuna