Sorteggio Champions: non sarà una passeggiata

Ieri a Montecarlo si è tenuto il sorteggio dei gironi dell’edizione 2015/2016 della UEFA Champions League, l’unico che non si tiene a Nyon, in Svizzera, quartier generale della UEFA. Le trentadue squadre coinvolte, tra quelle qualificatesi di diritto e quelle che hanno dovuto affrontare i turni preliminari, hanno quindi conosciuto il loro destino.

Juventus e Roma, inserite rispettivamente in prima e terza fascia sono le sole italiane rimaste in corsa, a fronte delle quattro tedesche e inglesi e delle cinque spagnole, ed entrambe si ritrovano con un sorteggio non propriamente favorevole. Questo vale soprattutto per la Juventus, campionessa d’Italia, che viene associata al girone D per poi ritrovarsi insieme a Manchester City, Siviglia e Borussia Moenchengladbach. Quì c’è poco da scherzare. Per quanto riguarda la Roma che poteva presupporre un sorteggio duretto si ritrova con i campioni d’Europa in carica del Barcellona, il Bayer Leverkusen ed il Bate Borisov. Per i giallorossi, sulla carta, ptrebbe essere anche un pelo più facile del compito che spetta alla Juve, ma parliamo di dettagli.
Questi i gironi estratti dalle mani di Paolo Maldini e Javier Zanetti, capitani storici di Milan ed Inter in rappresentanza della città in cui si disputerà la finale, Milano appunto:

Girone A: Paris Saint Germain, Real Madrid, Shakhtar Donetsk e Malmoe.

Girone B: PSV, Manchester United, CSKA Mosca, Wolfsburg.

Girone C: Benfica, Atletico Madrid, Galatasaray, Astana.

Girone D: Juventus, Manchester City, Siviglia, Borussia Moenchengladbach.

Girone E: Barcellona, Bayer Leverkusen, Roma, Bate Borisov.

Girone F: Bayern Monaco, Arsenal, Olympiakos, Dinamo Zagabria.

Girone G: Chelsea, Porto, Dinamo Kiev, Maccabi Tel Aviv.

Girone H: Zenit San Pietroburgo, Valencia, Lione, Gent.

Dalla panoramica che risulta dal sorteggio, se ci sono due gironi davvero “tosti” in cui più o meno tutto può succedere sono proprio i due con le italiane nel mezzo, soprattutto quello della Juventus. Ma questo sulla carta, ovviamente sarà solo il campo a raccontarci la storia di questa Champions: si inizierà il 15 settembre e si terminerà il 9 dicembre, quando dopo aver visto la bellezza di 96 partite sapremo i nomi delle squadre che passeranno agli ottavi.
Per quanto riguarda bianconeri e giallorossi possiamo dire che il primo colpaccio in questa edizione della Champions l’hanno già fatto: l’eliminazione della Lazio. In conseguenza di ciò 20 milioni di euro destinati ai biancocelesti per i diritti televisivi non entreranno nelle casse della Lazio (puff!) e verranno divise tra la Juve e la Roma. Un buon inizio non c’è che dire.

Vuoi commentare l'articolo?

Francesco Corrado