Serie A : Harakiri Roma, la Juve fugge a +5

Che la Roma non sia più la macchina da guerra di un tempo, ormai, se ne erano accorti già tutti. Troppi passi falsi, troppi errori di concentrazione che una squadra che ambisce al titolo non può permettersi. E’ vero che Rudi Garcia non ha avuto a disposizione molte delle pedine fondamentali di questo organico, è altrettanto vero che ormai, gli avversari hanno appreso che i giallorossi vanno in difficoltà se pressati alti, ma è proprio in queste occasioni che deve uscire fuori la stoffa di una squadra vincente. Ne è l’ esempio la Juventus, che ha colto al balzo il passo falso giallorosso per rifilare quattro gol al Verona. Nel prossimo turno di campionato, la Roma dovrà vedersela con la Fiorentina e, nella peggiore delle ipotesi, rischia addirittura di finire a -8 dalla Juventus.

Per quanto riguarda la corsa al terzo posto, invece, la sfida diventa sempre più avvincente. Il testa a testa tra Lazio e Napoli all’ Olimpico, se lo è aggiudicato il Napoli grazie ad un contropiede finalizzato da Higuain. Un Napoli atipico, ben raccolto in difesa e pronto a lanciare le sue frecce appena l’ avversario scopriva il fianco. In casa Lazio invece, non sono stati raccolti i frutti del gioco sviluppato nel primo tempo ed anzi, dopo il gol di Higuain , Pioli ha cercato invano di aggiungere peso in attacco con Klose, permettendo invece al Napoli di controllare meglio il risultato. Attualmente, la squadra di Benitez ha riconquistato il terzo posto insieme alla Sampdoria a quota 33, mentre la Lazio è rimasta a 31 punti.

Ancora male le milanesi. Se per l’ Inter c’erano stati segnali positivi dopo la vittoria contro il Genoa, per il Milan è veramente un periodo nero. La sconfitta contro l’ Atalanta ha bloccato il Milan a quota 26 ed ora Inzaghi deve necessariamente scuotere una squadra che segna troppo poco. Il calciomercato finora non ha risolto il problema e Cerci non sembra essersi inserito nel migliore dei modi. Inzaghi ha sostituito l’ ex attaccante granata dopo il primo tempo e, inoltre, si vocifera addirittura di un litigio con il compagno di fascia Ignazio Abate, che lo avrebbe ripreso per questioni tattiche.

L’ impressione che ha dato questa giornata di Serie A, è che la lotta per il terzo posto sia molto più aperta e combattuta di quella per lo scudetto. Colpa di una Roma non ancora pronta per le grandi vittorie e di una Juventus che, invece, non sbaglia un colpo.

Vuoi commentare l'articolo?

Alex Marino