Inner sul podio di Kitz. Fischnaller d’argento a Stoneham

KITZBUEHEL- Giornata senza sole ieri a Kitz ma ugualmente meravigliosa per gli appassionati di sci alpino grazie ad un super G, difficile e veloce, tracciato su una pista per affrontare la quale si esigono coraggio ed esperienza. Due doti universalmente attribuite a Aksel Svindal che fa registrare il miglior tempo grazie soprattutto al tratto di scorrimento e vince così il terzo super G dei quattro disputati in questa stagione. Alle sue spalle il giovane austriaco Mayer che tiene alti i colori degli atleti di casa visto che i big come Streitberger, Baumann, Reichelt e Kroell finiscono tutti tra l’undicesima e la sedicesima posizione. Sul podio anche il nostro Innerhofer autore di un’ultimo tratto di gara da brividi. Ancora Norvegia al quarto posto con Jansrud, sempre competitivo, poi con il quinto tempo il canadese Guay seguito da Ted Ligety davvero continuo in super G quest’anno. Settimo tempo ex-aequo per il nostro Fill e i francesi Clarey e Theaux. Decimo l’azzurro Klotz che ha compiuto una mezza impresa partendo con il pettorale 43. Dei nostri bene ha fatto anche Heel che è finito diciassettesimo, ma di lui dobbiamo ricordare gli ottimi risultati già ottenuti su questa pista pochi stagioni fa: chissà stamattina se in occasione della discesa il nostro Werner non faccia qualcosa di grosso. Dominik Paris e Matteo Marsaglia escono dal tracciato; mentre per il primo questa uscita non è una tragedia, in quanto Dominik è più discesista, per Matteo che fino a ieri era secondo in classifica di specialità, questa uscita combinata con la vittoria di Svindal comporta l’abbandono di ogni velleità di conquista della coppa di specialità.
In classifica di specialità il norvegese ha raggiunto quota 380, Marsaglia è secondo a quota 209 quindi solo eventuali problemi di svindal potranno impedirgli di portare a casa la coppa di super G edizione 2013. Ricordiamo che in classifica ci sono cinque italiani nelle prime diciotto posizioni con Werner Heel quinto. In classifica generale sia Svindal (847) che Ligaty (736) guadagnano punti su Hirscher fermo a quota 935.

STONEHAM- E’ lo stato del Quebec, in Canada ad ospitare i Campionati del mondo di snowboard.
Ieri pomeriggio si sono assegnate le medaglie di gigante. La nostra rappresentanza femminile composta da Nadya Ochner, Corinna Boccacini ed Andrea Christine Tribus si ferma alle qualifiche non riuscendo a portare atlete in finale. Per la cronaca la Germania si aggiudica l’oro ed il bronzo grazie ad Isabelle Laboeck e Amelie Kober, l’argento va all’Austria con Julia Dujmovits. Nella gara maschile i risultati sono stati diversi. Partiti tutti e quattro fortissimo nella prima manche delle qualificazioni i rappresentanti azzurri si piazzano nelle primissime posizioni, ma come spesso succede quando si lotta sul filo dei centesimi perchè la competitività generale alta e bisogna dare tutto l’errore è dietro l’angolo, così Erlacher e Coratti non riescono a qualificarsi per la finale. Vanno avanti Aaron March, che verrà eliminato agli ottavi e Roland Fischnaller, uno dei leader di Coppa del Mondo, che invece passa tutti i turni ma in finale si deve arrendere all’austriaco Benjamin Karl che conquista il suo quarto oro iridato dopo quello in gigante di Gangwon 2009 e quelli in gigante e slalom di La Molina 2011. Medaglia di bronzo per lo statunitense ormai cittadino russo Vic Wild che batte nella finale per il bronzo lo sloveno Kosir.
Stamattina per quanto riguarda lo sci alpino si inizia alle ore 10 col gigante femminile da Maribor a seguire la discesa da Kitzbuehel per la quale sono stati approntati dalle ferrovie austriache 350 treni speciali per una affluenza prevista intorno alle centomila persone. Per quanto riguarda i Campionati del Mondo di Stoneham oggi pomeriggio si assegneranno le medaglie nello snowboardcross specialità in cui possiamo dire la nostra sia al maschile con Omar Visintin che al femminile con Raffaella Brutto.

Vuoi commentare l'articolo?

admin

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->