Festa austriaca in Coppa del Mondo

Festa grande per gli austriaci in Coppa del Mondo di sci alpino con la vittoria di Hirscher nel gigante maschile in Alta Badia e della Goergl nel super G femminile in Val d’Isere impreziosita dal secondo posto della Fenninger.

VAL D’ISERE- Divertentissinmo il super G femminile disegnato da Platzer sulla Oreiller-Killy, con un paio di trabocchetti che mettevano alla prova anche le capacità tattiche delle atlete e dei team. Ventidue le sciatrici uscite dal tracciato (senza conseguenze) tra cui alcune big come Vonn, Rebensburg, Weirather alle prese con un avvio di stagione difficile e le azzurre Goggia e Schnarf. Sul gradino più alto del podio c’è Elisabeth Goergl che con i suoi trentaquattro anni è l’atleta più anziana a vincere una gara di Coppa del Mondo. L’austriaca ringrazia il team per il lavoro informativo fatto dalle compagne già scese sulle difficoltà incontrate lungo il tracciato e spiega come questo sia stato un successo di equipe. A riprova di quanto affermato dalla Goergl c’è il secondo posto della connazionale Anna Fenninger, la costanza in persona. Al terzo posto si colloca Tina Maze che sta letteralmente volando in classifica generale. La più attesa era forse l’elvetica Gut che si è piazzata quarta davanti alla nostra Nadia Fanchini, davvero bravissima ed in crascita come in gigante. Julia Mancuso occupa la sesta piazza mentre la settima è di Daniela Merighetti anche lei cresciuta in superG. Non male le altre azzurre: Stuffer, Curtoni, Elena Fanchini e Marsaglia sono tutte tra il 14/o ed il 19/ posto. La classifica di specialità è ancora cortissima visto che quello di ieri era appena il secondo superG in calendario per cui tra la Gut che è in testa con 150 punti e le Huetter che è settima ci sono solo 73 punti di margine. In classifica generale la Maze continua una marcia a tappe forzate: se non sale sul podio comunque si piazza bene, ed in tutte le discipline, per cui i punti accumulati sono ormai 656 contro i 407 della Fenninger (che ieri ha rosicchiato qualcosa) ed i 312 della Vonn che dal canto suo ha partecipato ad appena cinque delle undici gare fin’ora disputate in stagione.

ALTA BADIA- Se il super G femminile si rivelato molto divertente altrettanto può dirsi del gigante maschile. Pista tra le più difficili del circuito, anche ieri la Gran Risa ha messo a dura prova gli atleti, anche fisicamente. Marcel Hirscher fa un mezzo capolavoro soprattutto nella seconda manche quando è riuscito a staccare i francesi Fanara e Pinturault su cui aveva un margine risibile e resistere al ritorno di un Ligety straordinario, sì, ma solo nella seconda parte di gara. Così lo statunitense finisce immediatamente alle spalle dell’austriaco, con lui sul podio ci sale anche Fanara, mentre Pinturault finisce quarto. Felix Neureuther si piazza quinto precedendo Roberto Nani. Merita una menzione il settimo tempo del ventunenne croato Zubcic, al suo miglior piazzamento in carriera. Dei nostri oltre a Nani il solo Blardone raccoglie punti col 24 tempo. In classifica di specialità Hirscher conduce con 360 punti seguito da Ligety a quota 286, Pinturault è terzo con 230 ma per lui stare dietro all’austriaco ed allo statunitense sarà dura davvero. Hirscher con la vittoria di ieri recupera in classifica generale su Jansrud. Il norvegese ha messo in cascina molto fieno con le gare veloci e col 15/o tempo di ieri raccatta punti anche tra i pali larghi del gigante toccando quota 610, che non è uno scherzo, ma alle sue spalle, come detto, scalpita Hirscher che ne ha 540. Sarà precisamente oggi in occasione del meraviglioso slalom serale di Madonna di Campiglio che il tre volte vincitore della sfera di cristallo potrà completare l’aggancio in classifica. Comunque andrà sarà una gara bellissima. Orario di inizio previsto della prima manche ore 17:30. inizio della seconda ore 20:45

festaaustriacaincdm

Vuoi commentare l'articolo?

Francesco Corrado