Europa League: Milan show, super Atalanta, rimonta Lazio

Dopo due giorni amari di Champions per le italiane, solo la Roma ottiene un buon punto contro l’Atletico, con un totale di 5 gol subiti e 1 solo fatto, tra l’altro su rigore, ricomincia l’Europa League. Per il calcio italiano è il giorno del riscatto: Milan show a Vienna che cala la manita, Atalanta, dea in tutti i sensi, che travolge d’entusiasmo l’Everton di Rooney e Lazio vittoriosa in rimonta in Olanda.

AUSTRIA VIENNA-MILAN 1-5

Il ritorno in Europa per il diavolo è dolce. Milan show che dopo 20 minuti a Vienna è già sopra 3-0 nel segno di due nuovi acquisti: il turco Calhanoglu, un gol e due assist, e il portoghese André Silva, doppietta. Nel secondo tempo il Milan show continua e dilaga: di nuovo André Silva per la tripletta e un gol capolavoro di Suso. Borkovic per il gol della bandiera dell’Austria Vienna che, onestamente, contro questo Milan show più di così non poteva fare.

Non è un caso, a questo punto, che il ritorno della difesa a 3 porta il Milan a giocare bene e segnare tanto come quello visto prima della funesta trasferta dell’olimpico contro la Lazio. Sicuramente l’avversario non era dei più ostici ma, probabilmente, Montella ha la prima certezza di questo nuovo Milan che con questo modulo si esprime molto meglio ed esalta maggiormente i nuovi acquisti, questa sera su tutti Calhanoglu e André Silva.

milan show

I mattatori di Vienna, Calhanoglu e André Silva

ATALANTA-EVERTON 3-0

Entusiasmo alle stelle a Reggio Emilia. Il Mapei Stadium si tinge di nerazzurro e assomiglia tanto all’Atleti Azzurri d’Italia. L’Atalanta aggredisce gli inglesi e comincia l’avventura europea come meglio non poteva. Prima Masiello, che sfrutta una palla vagante in area piccola, poi il Papu Gomez con un tiro a giro e, infine, un contropiede finalizzato da Cristante. Primo tempo praticamente perfetto. Secondo tempo in controllo senza rischiare e gestendo il risultato, quanto mai imprevedibile alla vigilia.

È una vittoria figlia, non del modulo o dei singoli, bensì dell’entusiasmo per questa nuova esperienza europea e di un gruppo che, nonostante le partenze di quest’estate, appare solido e consapevole dei suoi limiti e delle sue forze. Per Gasperini l’ennesima soddisfazione, meritatissima.

milan show

L’entusiasmo della Dea annienta l’Everton

VITESSE-LAZIO 2-3

La Lazio rivoluzionata da Simone Inzaghi con in campo molti giovani, tra cui MurgiaMarusic e Luiz Felipe, e alcuni alla prima stagionale come Di Gennaro e Caicedo, fatica e soffre in Olanda. L’esterno destro giallonero Milot Rashica, gioiellino kosovaro, si dimostra la vera spina nel fianco per la retroguardia biancoceleste. Ed è proprio lui, infatti, a innescare Matavz per l’1-0 del primo tempo. Nel secondo Inzaghi è costretto a cambiare e punta sull’uomo più in forma, Ciro Immobile. Con lui in campo la Lazio alza il baricentro e si rende più pericolosa tanto che nel giro di pochi minuti riesce a trovare il pareggio con Parolo. Nonostante questo il Vitesse sfrutta ancora indecisioni ed errori della retroguardia della Lazio e, grazie ancora all’inarrestabile Rashica, si riporta in vantaggio. Inzaghi corre ancora ai ripari e butta dentro l’altro titolarissimo Milinkovic-Savic e, nuovamente, con più qualità e peso a centrocampo, riesce ad agguantare il pareggio un’altra volta, questa volta con Immobile, fino a completare la rimonta con il 2-3 finale di Murgia.

Dunque, Inzaghi, dopo la prima in Europa, si trova una certezza: la squadra è forte e ha carattere, ma non può prescindere da due giocatori fondamentali per questa formazione, Milinkovic-Savic e Immobile. Senza loro due le aquile fanno fatica ed emergono i limiti sia difensivi che realizzativi.

milan show

Gli imprescindibili di Simone Inzaghi, Milinkovic-Savic e Immobile

RISULTATI E CLASSIFICHE

Girone A

Slavia Praga-Maccabi Tel Aviv 1-0 Necid (SP)

Villareal-Astana 3-1 Sansone (V), Logvinenko (A), Bakambu (V), Cheryshev (V)

Classifica: Villareal 3, Slavia Praga 3, Maccabi Tel Aviv 0, Astana 0.

 

Girone B

Young Boys-Partizan Belgrado 1-1 Jankovic (P), Fassnacht (YB)

Dinamo Kiev-Skenderbeu Korce 3-1 Muzaka (S), Sydorchuk (K), Moraes (K), Mbokani (K)

Classifica: Dinamo Kiev 3, Partizan Belgrado 1, Young Boys 1, Skenderbeu Korce 0.

 

Girone C

Basaksehir-Ludogorets 0-0

Hoffenheim-Braga 1-2 Wagner (H), J. Carlos (B), Dyego Sousa (B)

Classifica: Braga 3, Ludogorets 1, Basaksehir 1, Hoffenheim 0.

 

Girone D

Austria Vienna-Milan 1-5 Calhanoglu (M), Andre Silva 3 (M), Borkovic (AV), Suso (M)

Rijeka-AEK Atene 1-2 Mantalos (A), Elez (R), Christodoulopoulos (A)

Classifica: Milan 3, AEK Atene 3, Rijeka 0, Austria Vienna 0.

 

Girone E

Apollon Lymassol-Lione 1-1 Depay (L), Sardinero (AL)

Atalanta-Everton 3-0 Masiello (A), Gomez (A), Cristante (A)

Classifica: Atalanta 3, Lione 1, Apollon Lymassol 1, Everton 0.

 

Girone F

Copenhagen-Lokomotiv Mosca 0-0

Fastav Zlin-Sheriff Tiraspol 0-0

Classifica: Lokomotiv Mosca 1, Sheriff Tiraspol 1, Copenhagen 1, Fastav Zlin 1.

 

Girone G

Steaua Bucarest-Viktoria Plzen 3-0 Budescu 2 (B), Alibec (B)

Hapoel Beer Sheva-Lugano 2-1 Einbeinder (S), Tzedek (S), Tzedek autogol (L)

Classifica: Steaua Bucarest 3, Hapoel Beer Sheva 3, Lugano 0, Viktoria Plzen 0.

 

Girone H

Arsenal-Colonia 3-1 Cordoba (C), Kolasinac (A), Sanchez (A), Bellerin (A)

Stella Rossa-Bate Borisov 1-1 Radonjic (SR), Signevich (B)

Classifica: Arsenal 3, Stella Rossa 1, Bate Borisov 1, Colonia 0.

 

Girone I

O. Marsiglia-Konyaspor 1-0 Rami (M)

Guimaraes-Salisburgo 1-1 Pedrao (G), Berisha (S)

Classifica: O. Marsiglia 3, Salisburgo 1, Guimaraes 1, Konyaspor 0.

 

Girone J

Hertha Berlino-Ath. Bilbao 0-0

Zorya Luhansk-Ostersunds 0-2 Ghoddos (O), Gero(O)

Classifica: Ostersunds 3, Ath. Bilbao 1, Hertha Berlino 1, Zorya Luhansk 0.

 

Girone K

Vitesse-Lazio 2-3 Matavz (V), Parolo (L), Linssen (V), Immobile (L), Murgia (L)

Zulte Waregem-Nizza 1-5 Plea 2 (N), Dante (N), Leya Iseka (W), Saint-Maximin (N), Balotelli (N)

Classifica: Nizza 3, Lazio 3, Vitesse 0, Zulte Waregem 0.

 

Girone L

Real Sociedad-Rosenborg 4-0 Zurutuza (S), Llorente 2 (S), Skjelvik autogol (S)

Vardar Skopje-Zenit S.P. 0-5 Kokorin 2 (Z), Dyzuba (Z), Ivanovic (Z), Rigoni (Z)

Classifica: Zenit S.P. 3, Real Sociedad 3, Rosenborg 0, Vardar Skopje 0.

 

Twitter: @Francesco Nespoli

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Vuoi commentare l'articolo?

Francesco Nespoli

Laureato in lettere moderne all'università di Torino e in "Editoria e Scrittura" alla Sapienza. Appassionato di vari sport tra cui calcio, tennis e rugby ma di gran lunga il preferito non è tra questi. Si tratta, invece, del buon, caro, vecchio, sano subbuteo (s'intenda che parlo dell'old subbuteo e non della variante moderna definita con un asettico e privo di fantasia "calcio da tavolo"). Idolo indiscusso non può che essere l'ornitologo Peter Adolph accompagnato da P. P. Pasolini e dal cinico Nanni Moretti (quello di Palombella Rossa, in particolare).